ryanair cirio appendino
Economia
Si parte a novembre, 60 i nuovi posti di lavoro

Base Ryanair a Caselle: arrivano 18 nuove rotte e 123 voli a settimana

E’ il primo hub sotto la Mole per la compagnia aerea irlandese. Previsti un milione di passeggeri in più

Diciotto nuove rotte, 32 totali, 123 voli in partenza a settimana e 60 posti di lavoro creati. Prende casa a Caselle Ryanair, dove ieri è stata aperta la prima base allo scalo di Torino, sedicesima in Italia. Un investimento imponente, di 200 milioni di dollari. L’hub sarà operativo dal 1 novembre, con due aerei che faranno base sulla pista torinese.

«Una grande soddisfazione dopo mesi difficili, ampliamo fin da subito e in maniera significativa l’offerta di collegamenti. Ci aspettiamo che i piemontesi riscoprano la bellezza di viaggiare partendo da Torino», ha dichiarato Andrea Andorno, ad di Torino Airport. Le nuove tratte sono Budapest, Copenhagen, Cracovia, Edimburgo, Kiev, Lanzarote, Londra Luton, Madrid, Malaga, Marrakech, Parigi Beauvais, Shannon, Siviglia, Tel Aviv, Trapani a cui si aggiungono Palma di Maiorca, Leopoli e Pescara al via già nella stagione estiva, da luglio così come Chania, Corfù e Rodi già annunciate nelle scorse settimane.

«Abbiamo stabilito un’ottima partnership con Caselle – così Eddie Wilson, ad di Ryanair – sin dal nostro primo volo nel 1999 e siamo lieti di continuare a crescere nella regione. Mentre i programmi di vaccinazione continueranno nei prossimi mesi, vogliamo continuare – ha aggiunto Wilson – a sostenere la ripresa economica e la connettività regionale e internazionale in tutto il Paese e posizionare Torino come una delle principali destinazioni invernali». Previsti, per Ryanair, un milione di passeggeri in più a Torino, per un totale di 2 milioni. E c’è anche un’offerta speciale, anche se last-minute. Fino alla mezzanotte di domani, è infatti possibile prenotarsi online sul sito di Ryanair e volare a partire da 19.99 euro per viaggi fino a marzo 2022. Per il governatore del Piemonte, Alberto Cirio, quello di Ryanair a Torino è «un sogno che si realizza, a cui avevo iniziato a lavorare già nel 2010 quando ricoprivo l’incarico di assessore al Turismo in Regione». Mentre la sindaca Chiara Appendino ha voluto esprimere il suo ringraziamento «a Sagat e Ryanair per l’accordo raggiunto dopo una lunga negoziazione. Adesso – ha aggiunto la sindaca – Torino ha tante nuove rotte che la collegano al resto del mondo a partire da novembre, un mese fondamentale visto che ospiteremo sia le Atp Finals che la Coppa Davis».

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo