(depositphotos).
Cronaca
Urla ed escandescenze anche verso minori

Barriera Milano, si ubriaca e minaccia la moglie e la famiglia: arrestato 24enne

Giovane pakistano fermato per maltrattamenti: gelosissimo della consorte, l’aveva persino obbligata a lasciare il lavoro

Le violenze andavano avanti da circa un anno ed erano iniziate subito dopo il matrimonio, quando il novello sposo, un giovane pakistano, ha iniziato a mostrarsi violento e geloso nei confronti della consorte, arrivando anche a pretendere che lasciasse il lavoro e senza preoccuparsi di contribuire all’economia della famiglia.

Ai controlli continui e alle oppressioni del marito hanno posto fine gli agenti di polizia del commissariato Centro, che ieri sera poco prima della mezzanotte sono intervenuti in uno stabile del quartiere Barriera Milano per la segnalazione di uomo che, in stato di ebrezza, stava minacciando tutte le persone presenti in casa in quel momento, tra cui anche minori.

Giunti sul posto, i poliziotti hanno udito dalla strada le urla della lite in atto e una volta raggiunto l’appartamento hanno visto un uomo spintonare due donne. Dal racconto di una delle due, la moglie dell’uomo, è emerso il già citato vissuto di maltrattamenti, non più sopportabili.

Molte volte il marito, 24enne, rientrava in casa in stato di ebbrezza minacciando gli altri membri della famiglia. L’uomo era anche solito dormire con un coltello sotto il cuscino, arma che, in una circostanza, aveva anche lanciato in direzione della moglie per fortuna non colpendola. In un’altra circostanza, dopo aver rotto una bottiglia, aveva ferito al braccio sua moglie.

Nella tarda serata di ieri, dopo che l’uomo è rincasato ubriaco, è andato in escandescenze per futili motivi minacciando la moglie e i suoi familiari. Di qui l’intervento degli agenti che si è concluso con l’arresto dell’uomo per maltrattamenti.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo