Poliziotti_ascia_falce
Cronaca
Evidenti i segni di distruzione in casa

Barriera Milano, arrestato per maltrattamenti in famiglia: sotto il letto ascia e falce

Da oltre un anno vessava e minacciava la compagna: aveva perso il lavoro e si era rifugiato nell’alcol

Domenica sera i poliziotti del Commissariato Barriera Milano sono intervenuti presso un’abitazione privata del quartiere, a seguito della segnalazione di un violento litigio in famiglia. Ad aprire loro la porta di casa è stata una cittadina dell’Est Europa, sulla trentina, che subito si è premurata di raccogliere da terra cocci di vetro e altri oggetti rotti.

Gli agenti hanno notato immediatamente che la porta d’ingresso era stata gravemente danneggiata dall’interno, verosimilmente con l’utilizzo di oggetti acuminati; la maniglia, infatti, risultava piegata e divelta. Inoltre, la camera da letto si presentava quasi interamente danneggiata nel mobilio tramite un grosso oggetto contundente.

In quest’ultima stanza era presente il marito della donna che, interrogato in merito, ha asserito di aver provocato quei danni con le unghie. La perquisizione dei locali ha consentito, però, il rinvenimento di un’ascia e di una falce della lunghezza, entrambe, di 40 cm, con lama in acciaio ed entrambe molto affilate. I due utensili, nascosti sotto il letto, erano stati utilizzati per compiere i gravi danneggiamenti in casa.

Dagli accertamenti svolti è emerso un quadro di maltrattamenti in famiglia che andava avanti da oltre un anno, in particolar modo dal momento in cui l’uomo aveva perso il lavoro e si era rifugiato nell’alcol. Mai però la compagna, dopo i litigi durante i quali veniva spesso percossa, se l’era sentita di sporgere denuncia, a causa delle sue minacce di ritorsioni. L’uomo è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo
banners