Foto di repertorio
Cronaca
In corso Giulio Cesare

Barriera Milano, all’incontro per la droga si presenta la polizia: arrestato pusher

Il giovane spacciatore, di origini senegalesi, è accusato anche di false attestazioni a pubblico ufficiale

Quando gli agenti del Commissariato Barriera Milano hanno deciso di sottoporlo a controllo in corso Giulio Cesare, sabato mattina, un tizio che si aggirava con fare sospetto ha invertito improvvisamente la direzione di marca, accovacciandosi e provando a nascondere qualcosa tra i cassonetti della spazzatura.

I poliziotti, però, hanno visto tutto e lo hanno fermato immediatamente. Il ragazzo prima è rimasto in silenzio, poi ha iniziato a deglutire qualcosa. È stato trovato in possesso di 35 euro, uno smartphone, una lametta, custodita all’interno della cover del telefono e 200 euro rinvenuti successivamente presso il suo domicilio.

Durante le fasi del controllo il ragazzo ha ricevuto una telefonata da un acquirente, avevano un appuntamento e non si era presentato. Così all’incontro, rifissato su indicazione degli agenti, si è  presentata anche la polizia e nel corso dello stesso l’acquirente ha riconosciuto il pusher, visto che il ragazzo lo aveva rifornito già altre volte di una dose di cocaina in cambio di 35 euro.

Il giovane, di origini senegalesi e irregolare sul territorio nazionale, si è dichiarato di minore d’età. Per questo motivo è stato sottoposto ad accertamento osseo sull’età anagrafica dal quale si è evinto che risultva di fatto maggiorenne, con un età compresa tra i 20 e i 22 anni. Lo straniero è stato pertanto arrestato per false attestazioni a pubblico ufficiale oltre che per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo