CIRCOSCRIZIONE 7

Barattolo torna a borgo Dora: «Nessuno ferma i venditori»

Ordinanza ignorata per il quarto fine settimana consecutivo

Per il quarto weekend consecutivo i venditori del Barattolo torneranno a occupare Canale dei Molassi e piazza San Pietro in Vincoli. Per via Carcano, infatti, non è stato venduto nessun tagliando (rispetto agli otto dello scorso sabato) e la sensazione è che Borgo Dora, ancora una volta, tornerà ad essere il punto di riferimento dei venditori del libero scambio.

«Se andiamo a Vanchiglietta in tre non vendiamo nulla e perdiamo anche clienti» il pensiero unanime che gira tra i banchi. «Alcuni di loro sono stati anche minacciati» raccontavano ieri pomeriggio i residenti. Ma né la Città di Torino né la Circoscrizione 7 sembrano contente di questa situazione. La linea dura della sindaca di Torino ancora non si è vista, controlli a parte. La municipale, da sola, non riesce a controllare l’afflusso che ogni venerdì sera manda in tilt il Balon.

«Temo che la Città non sappia come gestire la cosa – attacca il capogruppo di FdI della Circoscrizione 7, Patrizia Alessi -. Sono quattro sabati che vice l’anarchia a discapito della legalità. E qualcosa vorrà pur dire. Chissà quando vedremo dei cambiamenti». Anche l’associazione commercianti del Balon non ha più parole per esprimere il proprio disappunto. Quel trasferimento tanto atteso continua ad essere rimandato.

«La mancata vendita dei posti in via Carcano – replica il presidente dell’associazione, Simone Gelato – la dice lunga su come andranno le cose». Ad aiutare i venditori del suk potrebbero esserci anche gli anarchici che hanno sempre mostrato grande attenzione verso le sorti del Barattolo. Un mercato che avrebbe dovuto traslocare un mese fa, previa ordinanza. Ma le “barricate” dei quattrocento che vendono merce usata al Canale dei Molassi hanno di fatto congelato ogni operazione.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single