azzurri italia caputo el sha
Sport
NATIONS LEAGUE

Azzurri, incubo coronavirus. Il ct: «Un po’ di distrazione»

Oggi c’è l’Olanda, ma due sospetti agitano la vigilia

Conferenza stampa rimandata, allenamento anche. È bastato poco per fare scattare l’allarme coronavirus nel ritiro di Bergamo della nazionale azzurra. Due tamponi dall’esito incerto, la voce che circolava, poi le parole del dottor Andrea Ferretti, medico degli azzurri, per spiegare la situazione: «Abbiamo ricevuto i risultati dei tamponi, un tampone è risultato positivo, si tratta di un giocatore, è Stephan El Shaarawy. Si tratta di uno a bassa carica, il che lascia intendere che potrebbe anche darsi che si tratti di un falso positivo, visto che poi il giocatore si è sottoposto a un test sierologico negativo». Intanto gli azzurri si sono allenati a piccoli gruppi in attesa degli esiti di tutti i tamponi. Stasera – ore 20,45, Rai1 – c’è la sfida contro l’Olanda ma la situazione ha un po’ distratto gli azzurri: «Un po’ di distrazione ce lo dà – ha detto il ct-. Bergamo? Ci fa piacere essere qui, con le cose già a posto, anche per la gente. Avere tifosi sarebbe stato perfetto».

+++ CONTINUA A LEGGERE NEL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo
banners