avo volontari
Volontariato
OSPEDALI

Avo non si ferma neanche in estate: pronti oltre 50 volontari nei reparti

Attività a Sant’Anna, San Giovanni, Koelliker, Mauriziano e Regina Margherita: «Poi i corsi»

È un’estate piena di impegni per la sezione di Torino dell’Associazione Volontari Ospedalieri. In un periodo in cui anche chi spende abitualmente il proprio tempo per gli altri si concede qualche giorno di vacanza, l’Avo si è organizzata per offrire pure nelle settimane più calde dell’anno la propria assistenza nelle strutture ospedaliere. Sarà anche una prova generale per quello che succederà da settembre, quando l’attività di volontariato negli ospedali riprenderà a pieno regime.

I volontari dell’Avo impegnati tra luglio e agosto saranno 53: 7 avranno compiti di accoglienza e segreteria presso l’Ospedale Sant’Anna; 16 saranno a disposizione del San Giovanni Antica Sede nel reparto di radioterapia; 6 i volontari presenti al Koelliker, 21 quelli operanti al Regina Margherita e 3 al Mauriziano nel reparto pre-triage. Possono essere differenti le azioni a cui un volontario dell’Avo, sempre in coordinamento con la struttura ospedaliera, può essere chiamato: generalmente, una volta entrato in contatto con il malato o il degente, compie un servizio prezioso di ascolto e aiuto “psicologico”. Ma all’occorrenza può svolgere compiti di accoglienza o di accompagnamento. «Una varietà di servizi che le strutture ospedaliere gradiscono e che, dopo gli anni di pandemia, desiderano riavere» spiega Angela De Liberato, da anni nell’Avo come volontaria. La quale approfondisce i prossimi impegni dell’associazione: «Anche in mesi difficili come questi, l’Avo cerca di dare il proprio contributo. Pensiamo già a quello che succederà a settembre, quando è previsto che il nostro servizio torni a regime. Rispetto al passato saremo chiamati a cambiare le modalità del nostro intervento: ci saranno sicuramente più accortezze per l’assistito e per il volontario». Continua De Liberato: «A fine estate abbiamo in calendario anche un corso base per i nuovi volontari. Chi fosse interessato può scrivere una mail a info@avotorino.it oppure mettersi in contatto attraverso i nostri profili social».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo