autoporto
News
SUSA

Per il nuovo autoporto Tav c’è un bando da 49 milioni

Sitaf ha pubblicato la gara per assegnare l’opera collegata alla Torino-Lione

L’appalto vale 49 milioni di euro. Tanti ne indica il bando di gara pubblicato da Sitaf per il “ricollocamento” dell’autoporto di Susa che dovrebbe essere completato in 755 giorni. La nuova area è stata individuata a cavallo tra San Didero e Bruzolo su una superficie complessiva di 68mila metri quadri, adiacente alla carreggiata autostradale e non lontano dal canale Nie. All’interno del progetto dovrebbero confluire una piazzola destinata ai camion, un posteggio per i mezzi pesanti, una zona di servizi e una centrale di controllo. Diverse le soluzioni “green” come una vasca di raccolta acque, parcheggi con pensilina fotovoltaica, cabine elettriche e asfalto “mangiasmog”. Previsto anche uno spazio per i giochi dei più piccoli. L’inizio dei lavori dovrebbe coincidere con la dismissione delle attività nella Piana di Susa che interferiscono con il nuovo tracciato del Tav. Un ulteriore passo avanti, dunque, dopo lo sblocco dei primi cantieri che, fino al 2026, dovrebbero portare al completamento della galleria ferroviaria. Telt, solo la scorsa settimana, aveva assegnati i lavori per le nicchie di interscambio del tunnel di base al raggruppamento compostoda Salini Impregilo, Vinci Constructions France, Csc Entreprise de Constructions, Dodin Campenon Bernard: una cordata che vede insieme Italia, Francia e Svizzera, per un contratto che ammonta a 40 milioni di euro e prevede la realizzazione di 23 allargamenti di circa 3 metri per 40, all’interno dello scavo geognostico esistente, con l’impiego di oltre 50 lavoratori per 19 mesi. A settembre, inoltre, erano partite 1.054 lettere per gli espropri dei terrenti acquistati dai No Tav attorno al cantiere di Chiomonte in vista dell’estensione dei lavori. Una procedura su cui si è pronunciato di recente il Consiglio di Stato chiedendo di rivedere la procedura prevedendo il “contraddittorio” con i proprietari.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo