auto canale neve gn
Cronaca
IN PROVINCIA

Auto in canali e fossi: la nevicata blocca collina e Canavese

Decine di incidenti in poche ore, traffico rallentato, tangenziale in tilt, lamentele per l’assenza di spargisale e spazzaneve

Decine di incidenti nell’arco di poche ore, traffico rallentato, tangenziale in tilt, lamentele per l’assenza di spargisale e spazzaneve. Anche fuori Torino la nevicata di ieri ha messo a dura prova la rete viaria, andata in affanno già nel primo pomeriggio. Non tutti si lamentano però: in montagna si festeggia per la nuova imbiancata, particolarmente intensa nella zona di Bardonecchia, che si aggiunge a quelle di pochi giorni fa e che fa guardare con ottimismo alle imminenti vacanze natalizie.

La situazione forse più complicata si è registrata nel Chierese, dove nel corso del pomeriggio è stato addirittura chiuso il traforo del Pino, principale luogo di collegamento tra Torino, la collina e l’Alto Astigiano. Ultimo atto di una giornata di fortissimi disagi sulla collina, con le strade principali diventate serpentoni di auto incolonnate. E tante sono pure finite fuori strada, tanto da costringere i vigili a deviare il traffico (come in strada Fontaneto, tra Santena e Chieri).

D’altronde molti automobilisti si sono fatti cogliere impreparati da una nevicata che era ampiamente preannunciata, con una raffica di incidenti, tamponamenti e uscite di strada. Per fortuna, la bassa velocità ha fatto sì che i danni, nella maggior parte dei casi, fossero limitati. L’incidente più grave si è registrato a Salassa, sulla Pedemontana, dove lo scontro frontale tra una Fiat Panda e una Honda HR-V ha provocato il ferimento di 4 persone, tutte trasportate in ospedale a Ivrea. Proprio a Ivrea un’auto è caduta in un canale e il conducente è stato salvato dai vigili del fuoco e poi trasportato in ospedale per un principio di ipotermia, mentre a Candia un autobus è finito fuori strada, senza per fortuna danni ai passeggeri. Disagi anche a Settimo, dove è stato chiuso al traffico il sottopasso di via Leinì. Lamentele in collina a Moncalieri per il mancato passaggio dei mezzi spargisale che avrebbe reso difficoltoso l’accesso anche all’ospedale.

Situazione critica anche sulla tangenziale di Torino, con lunghe code e piccoli incidenti senza feriti ma con pesanti ripercussioni sul traffico, completamente paralizzato in serata. In particolare, i problemi maggiori li ha causati un tir che si è intraversato, obbligando alla chiusura dello svincolo di Debouchè in uscita in direzione nord. Sempre per la presenza di mezzi pesanti di traverso, traffico bloccato anche sulla statale dei Laghi di Avigliana a Trana e sulla statale 26 a Chivasso. La nevicata si è abbattuta su tutta la regione e ha causato traffico a rilento per tutto il pomeriggio e fino a sera anche su tutte le autostrade attorno a Torino. In provincia di Cuneo sono rimaste chiuse a lungo la tangenziale di Fossano e la statale del Col di Nava.

Per far fronte ai disagi nel torinese, la Città metropolitana ha mobilitato circa 300 mezzi sugli oltre 2.800 chilometri di strade provinciali gestite dall’ente: «Purtroppo – tiene a sottolineare il vicesindaco metropolitano Jacopo Suppo – non tutti gli automobilisti erano preparati alla nevicata e ci sono stati segnalati numerosi casi di vetture senza gomme da neve in difficoltà».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo