Presentato nel Cuneese il nuovo servizio del numero unico 112
News
Da oggi operativo in via sperimentale nel Cuneese

LA NOVITÀ. In Piemonte attivo il numero unico 112 per le emergenze. A Torino sarà funzionante entro l’estate

Nei prossimi mesi sarà esteso a tutta la regione e in Valle d’Aosta

Anche in Piemonte è attivo il 112 per tutte le emergenze. Da questa mattina il numero unico è in funzione nella provincia di Cuneo, poi, come affermato dall’assessore regionale alla Sanità Antonio Saitta, sarà esteso in tutto il territorio. Dunque, addio 113, 115 e 118: chi chiamerà questi numeri, sarà dirottato direttamente al 112.

QUANDO A TORINO? Entro l’estate partirà a Grugliasco anche la centrale di Torino per il capoluogo e il suo territorio e per la Valle d’Aosta, con altri 34 operatori dedicati, più due postazioni remotizzate su Aosta: quella di Grugliasco è una centrale già attiva ed è stata già testata, anche se non è ancora operativa, come ha ricordato Danilo Bono, coordinatore dell’emergenza a livello nazionale per la Commissione Salute delle Regioni italiane.

UN PASSO VERSO L’EUROPA. “Un’innovazione che ci porta in Europa – dichiara Saitta, intervenuto a Saluzzo (Cn) -. Si tratta di un servizio che saprà dare risposte veloci e adeguate e che migliora ciò che già c’era portando ulteriori facilitazioni e benefici al cittadino”.

Il Piemonte è la terza regione d’Italia ad aver adottato il nuovo sistema dopo Lombardia e Lazio. A Saluzzo toccherà gestire le emergenze di sette province (Cuneo, Asti, Alessandria, Biella, Novara, Verbania e Vercelli). Basteranno poche domande mirate per consentire all’operatore di turno di trasferire l’emergenza all’organo competente (operatore medico, vigili del fuoco, carabinieri, polizia, guardia di finanza).

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo