gomme tagliate croce verde
Cronaca
Misterioso episodio ieri in corso Bolzano

Attacco alle ambulanze: gomme tagliate di notte a 18 mezzi a Porta Susa

Croce Verde nel mirino, indagini affidate alla squadra mobile. Il malvivente filmato dalle telecamere di videosorveglianza

Un gesto sconsiderato, che ha causato gravi danni alla Croce Verde Torino e che avrebbe potuto anche mettere a repentaglio la vita di qualcuno. Un gesto che al momento non trova spiegazioni e che lascia l’amaro in bocca a chi dedica il proprio tempo libero al prossimo, senza chiedere nulla in cambio. La scorsa notte, uno sconosciuto ha infatti tagliato le gomme delle ambulanze parcheggiate in corso Bolzano. Una dietro l’altra, non si è salvato un solo mezzo di quelli pronti a partire per rispondere alle chiamate di soccorso dalla principale “base” della Croce Verde tra Torino e provincia. Un attacco compiuto probabilmente con un coltello – visto il tipo di danno provocato – e che ha messo fuori uso per diverse ore 18 ambulanze: «Per fortuna quelli parcheggiati in corso Bolzano – spiega Massimo Bruno, coordinatore amministrativo della Croce Verde – non sono gli unici mezzi che abbiamo qui. Le gomme di quelli parcheggiati di fronte all’ingresso della sede, in via Dorè, e nelle altre vie laterali, non sono state toccate». È successo tutto intorno alle 3.30 della notte tra giovedì e ieri. O almeno è a quell’ora che un volontario, salendo su una delle ambulanze per rispondere a una richiesta di aiuto, si è accorto della gomma a terra. Nel giro di pochi minuti, si è capito che non si trattava di un caso isolato. Qualcuno – che è stato ripreso dalle telecamere di videosorveglianza della Croce Verde – ha percorso corso Bolzano accanendosi contro tutti i mezzi parcheggiati davanti a Porta Susa, compresi quelli nell’autostazione di fronte all’Agenzia delle Entrate, tagliando uno pneumatico a ciascuno. Nel suo mirino è finita anche una Ford di un privato cittadino, l’unica alla quale ha invece tagliato tutte e 4 le gomme. Neanche la vicinanza della Questura, che si trova a un isolato, ha fermato la mano del vandalo. «Non abbiamo nessun tipo di spiegazione – allarga le braccia Bruno – è la prima volta che accade una cosa simile e non abbiamo avuto minacce o liti. E per fortuna è andata ancora bene, visto che siamo riusciti comunque a garantire il servizio». La conta dei danni è ancora da fare. Su ogni ambulanza ieri è stata montata la ruota di scorta, ora i mezzi dovranno andare in officina per vedere se gli pneumatici saranno riparabili o se bisognerà sostituirli, «e ovviamente – sospira Bruno – in questo caso bisognerà cambiarne almeno due». Il video delle telecamere di videosorveglianza è stato acquisito dalla Questura. La squadra mobile ora cercherà di risalire all’identità e alle motivazioni del vandalo che rischia una denuncia, oltre che per danneggiamento, anche per interruzione di pubblico servizio. Difficile al momento fare ipotesi: qualcuno che ce l’ha in effetti con la Croce Verde per qualche motivo difficile da intuire (magari una lite, un soccorso ritenuto non soddisfacente o addirittura un residente della zona arrabbiato per i troppi posti auto occupati) oppure, come farebbe pensare la presenza anche di una vettura privata tra i mezzi colpiti, il gesto di uno sconsiderato che ha pensato bene di “divertirsi” in questo folle modo. Ieri evidentemente non è stata una giornata fortunata per i mezzi di soccorso torinesi. Infatti ieri mattina un’altra ambulanza, ma della Croce Verde di Villastellone, si è ritrovata con una gomma a terra dopo aver trasportato un paziente all’ospedale di Chieri. Difficile ipotizzare un collegamento con quanto avvenuto a Torino ma al momento nulla viene escluso.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo
banners