associazione ceci
Volontariato
LA STORIA

Associazione C.e.Ci., l’integrazione che passa dalla cucina alla cultura

Al Centro Famiglia di Settimo. I responsabili: «Qui lavoriamo sull’agio più che sul disagio»

Una volta al mese una mamma cucina per tutte le altre e si mangia tutti insieme: se il menù è marocchino il piatto forte è il cous cous, con il messicano ci sono fagioli e tacos, il riso è la base della cucina cambogiana, quando è toccato alla mamma italiana la scelta è caduta sulla bagna cauda, che non tutti hanno apprezzato come merita. Stiamo parlando dell’associazione C.e.Ci., acronimo di “Cultura e Cibo”, nata in seno al Centro Famiglia di Settimo, progetto voluto e gestito dall’Unione dei Comuni dell’area nord-est di Torino (di cui, oltre a Settimo, fanno parte Borgaro, Caselle, Leinì, San Benigno, San Mauro e Volpiano). “Facendo famiglia” è un grande spazio aperto (con cucina, salotto con biblioteca, sala riunioni, ludoteca, palestra e un bel giardino), frequentato da associazioni e semplici cittadini. Alcuni arrivano dai servizi sociali gestiti da Unione Net, altri attraverso percorsi autonomi: «Qui lavoriamo sull’agio più che sul disagio, cerchiamo di migliorare il tessuto sociale, non è uno spazio di emarginazione ma di integrazione continua» spiega Michele Penna, che del Centro Famiglia è l’anima operativa.

Ci sono attività per le mamme con psicologhe e ostetriche, i bambini che non frequentano il nido hanno spazi di gioco gratuito, quelli più grandi vengono aiutati nei compiti, ci sono laboratori teatrali e di cucina, gruppi di cammino, Alzheimer caffè, sportelli di consulenza legale e mediazione familiare, una biblioteca e tanto altro. Qui gravitano una dozzina di associazioni, rivolte in particolari a genitori, donne e stranieri. L’associazione C.e.Ci. racconta una straordinaria storia di integrazione: lo spazio compiti è frequentato anche da bambini che in famiglia non parlano italiano; le mamme che li accompagnano hanno iniziato a frequentare il Centro Famiglia, la cucina è il primo argomento di conversazione che accomuna le diverse culture; da qui l’idea di mangiare tutti insieme, da cui è nata l’associazione “Cultura e Cibo”, che oggi fa servizio di catering, oltre a creare legami sociali. Un esempio di vera integrazione.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo