assembramenti
News
CENTRO

Assembramenti, schiamazzi e botti. «No alla chiusura dei locali alle 3»

Nel weekend anche uno spettacoli di fuochi d’artificio. Le famiglie di via Pescatore: «Rivedere le regole»

Sul taccuino dei residenti di via Bava e via Matteo Pescatore figurano ancora alcune problematichegli assembramenti lungo il Po, la quasi totale assenza di mascherine da parte dei ragazzi che frequentano la zona, la questione licenze e l’orario di chiusura dei locali. In attesa del prossimo incontro con prefettura e Comune di Torino, i cittadini avanzano le loro richieste a Palazzo Civico. «La chiusura posticipata alle 3 dei locali – spiegano dall’associazione piazza Vittorio Veneto -, è forse il punto che più ci preoccupa. Rischiamo davvero di non chiudere più occhio».

L’ultimo weekend di sperimentazione è filato via con più bassi che alti e per le famiglie della zona «assembramenti e schiamazzi continuano a essere una costante».

+++ CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo