LA POLEMICA

Assembramenti e folla al “suk”: «Adesso intervenga il Prefetto»

Centinaia di persone in coda fin dall’alba e ressa davanti alle bancarelle

L’unico “libero scambio”, sabato scorso in via Carcano, sembrava quello di un potenziale contagio. E il riscontro, più che dai verbali di polizia, arriva da Internet. Con tre filmati specifici, a fronte di decine di “dirette” trasmesse da Facebook e Instagram. Tre, in particolare, quelli che mostrano senza alcuna censura e con una punta di sussiego, come possa trascorrere nell’assoluta normalità una mattinata di follia e assembramenti al mercatino di via Carcano. Se il primo rende conto delle code che circondavano, fin dall’alba, gran parte del perimetro dell’area, con centinaia di persone in fila indiana ma non a distanza, fino alla soglia presidiata dai civich, il secondo offre una panoramica del “suk” di almeno cinque minuti. Tra monopattini e biciclette, offerte di cianfrusaglie recuperate in chissà quale cantina, anche altre più dignitose bancarelle di vestiti.

+++ CONTINUA A LEGGERE NEL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single