bremer gn 2
Sport
MERCATO TORO

Assalto Inter a Bremer grazie ai soldi del Psg. Mandragora va in viola

Il momento di svolta del mercato del Toro si avvicina grazie al Paris Saint Germain. Lo scenario è questo: i parigini acquistano Milan Skriniar dall’Inter, i nerazzurri hanno la liquidità necessaria per andare all’assalto di Gleison Bremer, in via Arcivescovado possono finalmente iniziare con i colpi in entrata. In maniera molto semplificata, si va verso questo incastro di difensori, con lo slovacco che verrà pagato dagli sceicchi di Parigi intorno ai 60 milioni di euro, tanti quanti ne chiedeva il club di Zhang. Così si tornerà a parlare di Bremer con il presidente Urbano Cairo e con il direttore tecnico Davide Vagnati, con le richieste che sono già ben chiare alla dirigenza dell’Inter: si parte da 35 milioni, difficile scendere da quella cifra. A meno che non vengano inserite pedine di primario interesse per i granata per abbassare i soldi cash, come potrebbe essere Andrea Pinamonti per rinforzare un reparto offensivo che sarà orfano di Andrea Belotti. O, altro profilo che intriga i granata, ci sarebbe anche Cesare Casadei, centrocampista classe 2003 sul quale però l’Inter punta molto per il futuro.

Il Toro aspetta i nerazzurri al varco, già durante la prossima settimana potrebbe andare in scena l’incontro decisivo per la fumata bianca. Dal canto suo, infatti, Bremer ha già un accordo verbale con il tecnico Simone Inzaghi, pronto ad accoglierlo per affidargli le chiavi della sua difesa a tre. Così in via Arcivescovado potranno chiudere per Pietro Pellegri, il quale diventerà tutto granata per una cifra tra i cinque e i sei milioni, e poi trattare con il West Ham per il trequartista croato Nikola Vlasic. Intanto, però, il Monza sta per chiudere il portiere: Alessio Cragno, il quale era anche transitato in orbita granata, finirà ai brianzoli, anche se il Toro aveva già da tempo virato sullo svincolato Gabriel, pronto a sbarcare sotto la Mole per giocarsi il posto con Etrit Berisha.

L’altra notizia di giornata, invece, è il forte inserimento della Fiorentina nella corsa a Rolando Mandragora. Cairo e Vagnati hanno fatto scadere il termine per il riscatto del cartellino del centrocampista e puntavano ad acquistare il classe 1997 per circa sette milioni, i viola hanno raggiunto quota nove e ora sono in vantaggio. Difficile immaginare un rilancio da parte del Toro, così anche Mandragora viaggia adesso verso l’addio. Un altro giocatore da sostituire, mentre il raduno di lunedì 4 luglio comincia ad avvicinarsi: al primo giorno di allenamenti al Filadelfia, infatti, mancano ormai tredici giorni.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo