Foto di repertorio (Depositphotos)
Cronaca
I DATI

Asfalto a pezzi e alta velocità: 23 i morti sulle nostre strade

Negli ultimi tre mesi c’è stata una strage con quasi due lutti a settimana

Ventitré morti sulle strade in neppure tre mesi: una media di quasi due decessi a settimana, contando i quattro tra lunedì e ieri. È il lugubre record che ripropone il tema della sicurezza sulle strade di Torino e provincia. A partire dall’incidente del 15 maggio a Carmagnola, dove ha trovato la morte Nello Rosa, 54enne di Nichelino. Una settimana dopo il 75enne Renato Faioni è morto sul rettilineo tra Poirino e Pralormo, lo stesso dove Igor Meola, 48enne di Chieri, aveva perso la vita in moto qualche giorno prima. L’8 aprile, invece, è deceduto Gianfranco Fiore, 53 anni. Loris Tiberto, 76 anni, è stato ucciso in tangenziale mentre cambiava una ruota. Nello stesso giorno, in città, Antonio Paone ha perso il controllo della moto ed è deceduto sul colpo. A Pinerolo è morto, sempre vittima di un sinistro, Franco Piovano, 74 anni. Vincenzo Pomarico di 51 anni e Loris Infante di 19 hanno perso la vita in un incidente a Bruzolo. Colti da malore e deceduti alla guida, invece, un pensionato di 78 anni ad Avigliana e uno di 71 a PavonePoi un 58enne di Borgofranco è uscito di strada sulla ex statale 228 e si è schiantato contro un albero. Così come un padre di famiglia di 48 anni a Torrazza, poco dopo. Il 4 giugno è toccato ad Alessandro Zucco, 68enne morto a Carmagnola. Il 22 dello stesso mese Francesco Convertini, 33 anni, è stato travolto da una volante mentre era in sella alla sua bici, in corso Regina Margherita. Il 1° luglio è toccato al 72enne Flavio Ughetti, precipitato col camion in un dirupo a Traversella. Il giorno dopo Ubaldo Carruba, 38 anni, si è schiantato in moto a Collegno.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo