Stereoteepee
Volontariato
L’EVENTO

Arte, musica e cultura alla Certosa. Due serate con Stereoteepee festival

Organizzate dall’associazione di promozione sociale Maki, venerdì 3 e sabato 4 settembre

Due giorni di musica, arte e cultura, con la modalità d’ingresso up to you – ovvero a offerta libera, per non vincolare la partecipazione alla capacità di spesa – ma con prenotazione obbligatoria e rigorosa osservanza delle misure anti covid, a partire dall’obbligo di green pass per accedere all’area del festival e dall’utilizzo di moneta elettronica in alternativa alla moneta fisica. E con la challenge lanciata degli organizzatori di arrivare in bicicletta, per rilanciare l’attenzione alla sostenibilità ambientale: in palio ci sono alcuni premi che i partecipanti potranno riscuotere all’ingresso. È Stereoteepee, due giornate di incontro e confronto per i giovani organizzate (ormai dal 2018) dall’associazione di promozione sociale Maki, venerdì 3 e sabato 4 settembre nell’area esterna della Lavanderia a Vapore, alla Certosa di Collegno.

«L’idea – scrivono i giovani organizzatori, di età compresa tra i 18 e 25 anni – nasce dalla volontà di accogliere e riunire un target giovanile eterogeneo, proponendo un’occasione di confronto con lo scopo di abbattere gli stereotipi. È una proposta alternativa alla movida del centro di Torino, attraverso i valori fondamentali di inclusività e sostenibilità. Le giornate sono strutturate in modo da comprendere un’offerta musicale varia, che può vantare come headliners delle due serate Ginevra e Tredici Pietro, affiancata da esibizioni e allestimenti di street artists». I concerti si terranno dalle 18.30 fino a tarda serata, sul palco si alterneranno anche Millais Flower Honey, Anna Castiglia, Flaminia, Spz, Etta Matters, Lorusso.it nella prima serata, Ciro Valdieri and Band, Cowboysquad, Icews, Venz, Martina Ravetta, Mariatti e Lake Jack & Ektar nella seconda.

La proposta di Stereoteepee è completata da mostre ed esibizioni di street-artist (con la partecipazione degli illustratori Andrea Opretti e Pilo, della fotografa Echonemesi e di Bacco Illustra) e dalla dance battle tra due giovani crew torinesi. Ci saranno gazebo per merchandising e gadget del festival e degli artisti, spazi per giocare a ping pong, calcio balilla, pallacanestro e pallavolo, nonché un’area skate. Non mancherà la proposta food, con stand in cui attività locali distribuiranno cibo, ponendo attenzione a soddisfare tutte le esigenze alimentari.

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo