mascherina-addio
Cronaca
IL REPORTAGE. Il primo giorno senza protezione all’aperto

Arrivederci mascherina: ma non tutti la buttano per paura delle varianti

C’è chi la tiene per proteggere i nonni, chi per precauzione: «Ma noi anziani con questo caldo non avremmo respirato»

Un po’ per l’abitudine e un po’ per la paura della nuova variante Delta, le tanto vituperate mascherine continuano a vedersi sui volti dei torinesi a passeggio sotto i portici del centro. Nonostante ieri sia caduto l’obbligo di indossarle all’aperto, in tanti preferiscono ancora proteggersi dal nemico invisibile seppure la circolazione del virus sia notevolmente diminuita. «La tengo finché si può. Ho fatto solo la prima dose di vaccino e non sono ancora tranquilla» spiega Silvana Martelli, 75 anni, a passeggio in via Po. Anche Giorgia Fontana, che di anni ne ha soltanto 19, ieri aveva la mascherina sul viso: «Preferisco tenerla, lavoro con i bambini e ci sono abituata, è meglio fare prevenzione». Come lei la pensa la sua amica Nicoletta Tenderini: «Voglio tutelare la salute dei nonni, la terrò anche quest’estate se necessario». Valeria e Laura D’Arma sono gemelle, compagne di classe al Passoni, ma ieri una aveva la mascherina sul naso e l’altra calata sotto il mento. «A scuola la indossavamo sempre, per noi è normale portarla» spiega Valeria. «Credo che ne farò a meno quando andremo in vacanza a Rimini» annuncia invece Laura. In molti camminano con le mascherine infilate al braccio oppure al polso. Come Rino e Lucia: «La cosa importante è evitare gli assembramenti, non veniamo in centro a Torino da settembre». Emanuela Vindigni, al bancone del Caffè Nazionale, ormai ci ha fatto l’abitudine: «Devo usarla per lavoro, la indosso anche in auto da sola». Per i più anziani la scelta non è semplice. Da una parte il timore di infettarsi, dall’altra il caldo asfissiante di questo periodo. «L’ho messa perché sto entrando in un locale, ma la gente della mia età inizia a far fatica a respirare con questa umidità» afferma Nunzio Montemurro, 79 anni. Ha di che gioire invece Carolina Danna, 67 anni, edicolante di piazza Vittorio, che la mascherina non la indossa da settimane: «Non la uso perché sono asmatica e fa davvero troppo caldo». C’è poi chi è contento di potersela togliere per motivi estetici. «Ora posso finalmente sfoggiare il mio baffo sabaudo e tornare ad arricciarlo con la cera» dice scherzando Salvatore Manzo, senza mascherina. Il suo collega Jacopo Scotti invece tiene la chirurgica salda sul viso: «Oggi ho un po’ di tosse, preferisco non rischiare». Più diplomatico Stefano Mastromauro: «Cerchiamo di farne un uso ragionevole, fuori di solito la togliamo perché siamo all’aria aperta e stiamo tra di noi, ma in ufficio – assicura – la teniamo sempre sul viso».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo