rotonda
Cronaca
PIAZZA RIVOLI

Arrivano le “bande ottiche” per la rotonda degli incidenti

Associazioni e cittadini lanciano sui social una campagna per la sicurezza

Un’auto che procede a forte velocità e inchioda all’improvviso facendo fischiare le gomme a pochi centimetri da un pedone che accompagna il monopattino sulle strisce. È la scena di uno dei video appena pubblicati sui social dall’associazione Club Monopattini Torino che ha effettuato un sopralluogo sulla rotonda di piazza Rivoli insieme al consigliere M5S in Circoscrizione 4 Federico Varacalli. L’intento? Sensibilizzare gli automobilisti a rallentare per evitare il ripetersi dei numerosi incidenti che continuano a verificarsi sull’attraversamento ciclopedonale. «È necessario mettere al più presto in sicurezza le strisce – spiega Varacalli – prevedendo nuovi cartelli e bande ottiche che segnalino l’attraversamento agli automobilisti». Anche l’assessore alla Viabilità, Maria Lapietra, in risposta all’interpellanza del capogruppo di Forza Italia in Comune, Raffaele Petrarulo, aveva annunciato interventi. «La segnaletica orizzontale e verticale esistente risulta correttamente posizionata, ma a breve saranno realizzate bande ottiche di rallentamento – ha spiegato Lapietra -. Stiamo inoltre verificando la disponibilità economica per poter rialzare gli attraversamenti come già avvenuto in piazza Bernini». L’interpellanza è stata discussa lo scorso 26 aprile ma al momento nulla è cambiato. Le auto continuano a sfrecciare a tutta velocità e rischiano di travolgere pedoni, bici e monopattini. L’ultimo incidente sulla ciclabile è avvenuto appena lo scorso venerdì. «Abbiamo riscontrato l’assenza dei cartelli, come ci è stato segnalato dal consigliere Varacalli» scrive su Facebook l’associazione Club Monopattini Torino. «È necessario – sottolinea Petrarulo – rendere obbligatorio l’uso del casco anche per i monopattini e multare gli automobilisti che non rispettano i limiti di velocità»

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo