carabinieri arresto
News
In manette due uomini di 44 e 48 anni

Arrestati due usurai, in casa avevano un revolver e una carabina

Le indagini dei carabinieri hanno preso il via dalla denuncia di un sessantenne di Moncalieri che ha raccontato di essere finito in mano agli strozzini

Concorso in usura e tentata estorsione: con queste accuse sono finiti in manette due uomini, uno di 44 e l’altro di 48 anni, entrambi residenti a Piossasco, nel Torinese. Le indagini, condotte dai carabinieri, hanno preso il via dalla denuncia di un sessantenne di Moncalieri che aveva raccontato di essere finito in mano agli “strozzini“.

MINACCE E BOTTE ALLE VITTIME
Secondo gli investigatori, la coppia di usurai avrebbe prestato soldi (6mila e 7mila euro) a due operai chiedendone poi la restituzione con un tasso di interesse mensile del 12% (praticamente pari al 144% annuo). A quanto pare, a maggio, una delle vittime sarebbe stata costretta a salire a bordo della Jeep Cherokee di uno dei due malviventi e qui sarebbe stata minacciata con una pistola puntata alla tempia. In un’altra occasione, invece, l’altra vittima sarebbe stata addirittura malmenata, sempre per costringerla a restituire il denaro prestato (ovviamente con i relativi interessi).

TROVATE ARMI A CASA DEGLI STROZZINI
Durante la perquisizione nell’abitazione di uno dei due “cravattari“, i militari hanno trovato una carabina “Norico” calibro 22, con caricatore e 79 cartucce, e un revolverBruni” calibro 38 special con 6 cartucce. Dagli accertamenti è poi emerso che entrambe le armi erano state rubate.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo