exwestinghouse
News
Per Damiano Carretto, presidente della commissione urbanistica, occorre rivedere il progetto

Area ex Westinghouse, per il gruppo M5S rescissione contratto è atto dovuto

I pentastellati appoggiano la decisione della Città di Torino di chiudere l’accordo con la Amteco & Maiora

Il contratto con Amteco & Maiora, la ditta che avrebbe dovuto realizzare un centro congressi e commerciale sull’area ex Westinghouse, è stato rescisso. Lo ha deciso il Comune di Torino e per il gruppo M5S in consiglio comunale si è trattato di un atto dovuto.

“La decisione, doverosa, nasce a seguito del mancato rispetto delle tempistiche pattuite per il pagamento della cifra derivante dal bando patrimoniale del 2013”, scrive il gruppo pentastellato in una nota.

“Al momento non è ancora stata definita la vicenda, pertanto rimaniamo in attesa degli sviluppi amministrativi e nel caso si arrivasse a un effettivo stop del progetto valuteremo – scrivono i consiglieri M5S – assieme ai cittadini, il futuro di quest’area”.

Cosa sarà dell’area ex Westinghouse, a questo punto? Per Damiano Carretto, presidente della Commissione urbanistica, “sarebbe una bella vittoria per la Città avere la possibilità di rivedere la progettualità sull’Area Westinghouse per arrivare a una soluzione realmente condivisa con i cittadini che preservi l’area verde esistente”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo