POLEMICHE REALI

Archie, il bimbo conteso: «Non ce lo fanno vedere»

Fonte: Depositphotos

Non c’è ancora una data ufficiale, anche se luglio sembra essere il mese giusto, ma il battesimo di Archie Harrison Mountbatten-Windsor (che solo per dirlo tutto ci va una vita) rischia seriamente di essere l’evento mediatico dell’anno, ancora più della sua nascita. Perché per la prima volta il piccolo sarà sotto gli occhi di tutti e non solo dei famosi genitori e perché nessuno vorrebbe mancare nonostante Meghan e Harry puntino a un cerimonia privata.

Ci proveranno persino i parenti stretti della Markle che come ben sappiamo ha rapporti soltanto con mamma Doria mentre ha disconosciuto il resto della famiglia. Erano stati zitti per un po’, ma adesso tornano alla carica a cominciare da Samantha, la sorellastra di Meghan, che squadrando il nipotino in una foto ha riconosciuto nel suo nasino il marchio di famiglia. E così, intervistata dal “Sunday Express” si è fatta avanti: «Fino a oggi siamo stati trascinati abbastanza nella spazzatura. Ora abbiamo diritto di incontrare il nostro nipotino».

Ora spera che il piccolo possa riportare la pace in famiglia anche perché il padre, Thomas Markle, è ancora «profondamente addolorato» per essere stato escluso dalla vita privata della coppia. In realtà era stato lui a non presentarsi al matrimonio un anno fa, adducendo problemi di salute mai dimostrati, e ancora sia il padre che la sorellastra non hanno mai trovato modo di scusarsi.

Difficile che l’invito per il battesimo arrivi, ma intanto sale la curiosità per capire quali saranno i padrini e le madrine del piccolo. In un battesimo normale sarebbero due, qui si può arrivare fino a otto e non necessariamente con equilibrio tra i due sessi.

George Clooney di recente si è già chiamato fuori, ma non ha fatto lo stesso per la moglie, Amal Alamuddin che è una candidata molto forte. Così come Zara Tindall, cugina di Garry che l’ha scelto come padrino per la sua seconda figlia, Lena, e quindi il piacere potrebbe essere reso. E ancora la campionessa di tennis Serena Williams, grande amica di Meghan e factotum della festa pre-parto che l’attrice americana aveva dato a New York qualche mese fa, oltre alla wedding planner Jessica Mulroney che ha curato tutti i dettagli del matrimonio. Meghan prima delle nozze è diventata anglicana e quindi la cerimonia sarà secondo quel rito, lo stesso anche di Harry, officiata dall’arcivescovo di Canterbury come è stato anche per i tre figli di William e Kate rispettando la tradizione. Sarà così anche per la veste bianca che indosserà il piccolo Archie, mentre ancora non è chiaro se l’invito verrà allargato anche agli amici o solo ai parenti stretti della coppia.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single