E' successo a San Benigno Canavese

Apre la porta ai falsi vigili: pensionato spintonato e rapinato di soldi e gioielli

I finti agenti hanno simulato un controllo ai tubi del gas "costringendo" le vittime a mettere contanti e gioielli in una busta per ragioni di sicurezza

Coppia di anziani truffata e rapinata da falsi vigili (foto di repertorio).

Ha aperto la porta a quelli che pensava essere due agenti della municipale. Purtroppo per loro si trattava di truffatori, nonostante indossassero divise della polizia locale. Risultato: per una coppia di pensionati è finita male. La truffa, infatti, si è trasformata in rapina. E loro ci hanno rimesso soldi e preziosi. E’ accaduto venerdì scorso in una villetta di San Benigno Canavese.

“METTETE I VOSTRI AVERI IN UNA BUSTA”
Le vittime del raggiro, marito e moglie di poco più di 70 anni, si sono ritrovati davanti una finta pattuglia di vigili giunta fin lì, in via Rivarossa, hanno raccontato i poliziotti fasulli, per un controllo alle tubature di quell’abitazione perché, a quanto pare, c’era il rischio di una fuga di gas. “Mettete tutti i vostri averi in una busta” hanno detto i malviventi rivolti alla coppia di pensionati. “E’ per ragioni di sicurezza” hanno finto di tranquillizzarli.

L’UOMO SI RENDE CONTO CHE E’ UNA TRUFFA
Detto, fatto. A quel punto, però, uno dei due “vigili” ha chiesto al pensionato di consegnargli la busta, nella quale, nel frattempo, erano finiti preziosi e contanti per 10mila euro. E’ stato allora che la vittima si è resa conto che qualcosa non andava. E ha cercato di evitare quello che, davanti ai suoi occhi, stava trasformandosi, ormai, in una episodio di cronaca nera. Ma è stato troppo tardi.

VITTIMA SPINTONATA E TRASCINATA A TERRA
Il truffatore travestito da vigile ha spintonato il pensionato e lo ha trascinato a terra costringendolo a mollare la presa. Insaccato il malloppo, se l’è data a gambe, inseguito dal complice. I due hanno raggiunto un’auto parcheggiata nei dintorni. Qui, ad attenderli al volante, c’era evidentemente un ulteriore loro complice pronto a mettere in moto. E così la “pattuglia” di truffatori-rapinatori ha fatto perdere rapidamente le proprie tracce.

MEDICATO PER FERITE AD UN BRACCIO
Il pensionato ha dato immediatamente l’allarme. Sul posto, con i medici del 118 che hanno curato l’uomo per leggere ferite ad un braccio, sono giunti anche i carabinieri del vicino distaccamento di Volpiano cui tocca ora il compito di acciuffare i malviventi.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single