ludoteca palagiustizia gn
Cronaca
CORSO VITTORIO

Apre la ludoteca al Palazzo di Giustizia: giochi e attività per bimbi da 3 a 11 anni

Un progetto, la cui idea risale al 2003, pensato per i figli degli operatori del Tribunale

Giochi e disegni da colorare per bambini da 3 a 11 anni. Un luogo dove papà e mamme impegnate nelle aule del Tribunale possono ora lasciare i propri figli, dopo la fine della scuola. E’ stata inaugurata ieri la ludoteca del Palagiustizia, destinata ai figli di magistrati, avvocati, amministrativi, poliziotti giudiziari, vigilantes, giornalisti e cittadini che accederanno al Tribunale. Attività didattiche e ricreative dalle 8 alle 13 – orario che si estenderà fino alle 16 se le richieste aumenteranno – sotto lo sguardo delle educatrici del “Villaggio di smile”.

Un progetto, antico, quello della ludoteca al Tribunale, nato nel 2003. Poi l’iter si è sbloccato nel 2019, è arrivata la pandemia e i lavori sono iniziati a maggio di quest’anno, durando un mese. «Ora rendiamo effettivo il principio di parità per chi accede al Tribunale», ha detto Cesarina Manassero, presidente del Comitato pari opportunità dell’ordine degli avvocati torinesi, che ha collaborato col Consiglio dell’ordine degli avvocati e della Corte d’appello.

La ludoteca del Palagiustizia è la seconda in un tribunale italiano dopo quella di Firenze ed è costata 30mila euro, con lavori di edilizia interna e abolizione delle barriere architettoniche. Per i minori con disabilità, c’è un montascale. «Diamo vita a un progetto dopo un lungo iter burocratico e un’idea nata vent’anni fa», così Simona Grabbi, presidente del Consiglio dell’ordine degli avvocati. La ludoteca costerà cinque euro l’ora, uno in meno per i figli degli avvocati. «E il Comune contribuirà economicamente per far accedere alla ludoteca chi non se lo può permettere», ha spiegato l’assessora Carlotta Salerno.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo