traffico torino gn
Cronaca
TORINO NORD

Apre la direttissima per Caselle: semafori smart contro le code

Liberato corso Venezia. Un piano anti-traffico nel tunnel di corso Grosseto

Parte il nuovo collegamento per Caselle e arrivano i “semafori intelligenti” per ridurre le code nel tunnel di corso Grosseto. Quella di ieri è stata una giornata importantissima per la viabilità di Torino Nord, con l’apertura, in mattinata, del nuovo collegamento tra corso Venezia e la Torino-Caselle, uno degli ultimi tasselli per il completamento del passante ferroviario. Via i new jersey e le barriere, le macchine dopo tanti mesi di cantieri hanno potuto finalmente viaggiare in direzione autostrada, e lo stesso hanno fatto i pullman che portano i tanti torinesi all’aeroporto di Caselle. Una buona notizia per tutti quegli abitanti di Torino nord che chiedevano l’ultimazione dei cantieri. La speranza, ora, è che il collegamento appena aperto verso Caselle riesca a smaltire il traffico che in questi mesi ha intasato spesso e volentieri la “famigerata” piazza Baldissera. Certo, i disagi non sono finiti, perché ad essere riaperto è stato solo il collegamento in direzione nord, mentre sono sospesi a causa delle basse temperature i lavori di completamento della pavimentazione della carreggiata in direzione centro città, che riprenderanno non appena le condizioni meteo saranno più idonee. A febbraio partirà il cantiere per sistemare le restanti aree liberate dai lavori della Torino-Ceres. In entrambe le direzioni si dovrebbe – il condizionale è d’obbligo – viaggiare dopo la fine di marzo. Nel frattempo, arrivano novità anche per migliorare la viabilità in un altro punto critico, il tunnel sotto corso Grosseto, che è stato inaugurato a giugno scorso ma continua a far discutere per lunghe code e incidenti. Dopo le richieste della Circoscrizione 5, i tecnici comunali installeranno dei “semafori intelligenti” nella zona del sottopasso. «Tutta l’area avrà il funzionamento centralizzato – hanno spiegato gli ingegneri ieri in commissione a Palazzo Civico -, mentre ad oggi su otto impianti, tre funzionano ancora col vecchio sistema. Saranno tutti calibrati, grazie a dei sensori installati sull’asfalto, dando più tempo a disposizione a chi si trova nel maggior flusso di traffico». In sostanza, i semafori rosso e verde scatteranno in base al numero delle macchine in coda, come già avviene in altri 300 impianti presenti in città e gestiti da 5T. I semafori in questione sono in largo Grosseto, corso Potenza angolo via Lucento e corso Grosseto angolo via Cardinal Massaia. Per quanto riguarda le tempistiche «interverremo nelle prossime settimane», hanno spiegato i tecnici della Viabilità.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo