La sindaca di Torino Chiara Appendino /TORINO/TONINO DI MARCO
News
In un altro post la solidarietà alla dipendente GTT aggredita

Appendino: “Cenare fuori è e rimane una bella esperienza, andate al ristorante”

L’appello della sindaca ai torinesi: “Facciamo un piccolo, grande gesto per un settore in crisi e per tutta la Città”

“Cenare fuori è e rimane una bella esperienza”. Chiara Appendino spende un post sulla sua pagina Facebook per invitare i torinesi a trascorrere una serata al ristorante, per godere di un po’ di svago e per dare sollievo a un settore in crisi. “Parlare con un ristoratore, oggi, credo dia una misura piuttosto fedele delle difficoltà che stanno attraversando tantissime attività”, scrive la sindaca sulla sua pagina Facebook.

“Due mesi di fermo. Poi la ripartenza, ma con regole rigide e un generale clima di incertezza che rallenta la ripresa. Molti ristoranti, dalla riapertura, non sono ancora riusciti a incassare quanto incassavano in un solo giorno pre-crisi”, prosegue Appendino. “Grazie a uno sforzo economico e organizzativo immane, i gestori dei locali che ho visitato in questi giorni si sono dimostrarti molto attenti al rispetto delle prescrizioni per la sicurezza”.

“So che anche per i clienti è difficile cambiare le proprie abitudini, ma tutti quelli che ho incontrato l’hanno fatto con grande senso di responsabilità”, aggiunge. “Va detto, però, che sono ancora poche le persone che si sono recate nei ristoranti. L’emergenza d’altronde è ancora in corso e la crisi si sente. Quello che voglio dire è che questo settore, che dà lavoro a tantissime persone, è fortemente in difficoltà. Vive di clienti, di voi, di noi”.

Quindi un appello: “Le Istituzioni possono aiutare – e, dove possono, lo fanno – ma non basta. Le regole in vigore, se rispettate, garantiscono la sicurezza di tutti. Cenare fuori è e rimane una bella esperienza. Il mio auspicio è che chi può, torni a far visita al suo ristorante preferito. Magari in gruppi un po’ più ristretti. Sarà un piccolo grande gesto. Per loro, per noi e per tutta la Città“.

In un successivo post, invece, la prima cittadina di Torino esprime vicinanza alla dipendente GTT aggredita da una coppia di coniugi senza mascherina: “Episodio vergognoso a cui va la più ferma condanna. Nonché la solidarietà mia e di tutta la Città di Torino alla dipendente coinvolta. Il momento è difficile per tutti ma in nessun caso sono tollerabili simili reazioni criminali. Grazie, infine,al cittadino intervenuto”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo