Trincerone
Cronaca
VIA SEMPIONE

Appena tre bonifiche in 16 anni: ennesima bufera sul trincerone

Aspettando i lavori della linea 2 della metro tiene banco il degrado

Per il trincerone ferroviario di via Sempione e via Gottardo, in Barriera di Milano, si contano appena tre bonifiche in 16 anni. È la denuncia avanzata nell’ultimo Consiglio della Circoscrizione 6 grazie a un ordine del giorno presentato dai gruppi di minoranza con richiesta di «uno sfalcio del verde orizzontale e verticale». Nel mirino le mancate pulizie dell’Immobiliare che dovrebbe occuparsi del decoro del canale che taglia in due il quartiere e che aspetta l’inizio dei lavori della linea 2 della metropolitana. Il cui cantiere dovrebbe partire entro il 2024. Il progetto definitivo, a tal proposito, sarà presentato entro la fine dell’anno. I carotaggi, ricordiamolo, sono partiti la scorsa estate nella tratta compresa tra il Rebaudengo e il Politecnico. Ma tra il parco Sempione e il ponte di via Bologna il degrado continua a essere una costante, nonostante i cartelli intimidatori collocati dalla precedente amministrazione comunale.

Le lamentele

«Torniamo a chiedere una calendarizzazione degli interventi – spiega la consigliera del Pd, Isabella Martelli -. Non è possibile che sia continuamente abbandonato e ridotto in condizioni pietose». Un ennesimo documento, accusa la consigliera dei Moderati Federica Matarozzo, è stato presentato «perché l’ultima bonifica risale al 2019. E gli incidenti continuano a essere frequenti». Per Massimo Robella, Gruppo Misto di Maggioranza «tre interventi dal 2005 rappresentano un campanello d’allarme. E basta transitare da quelle parti per farsi un’idea di quanto la vegetazione abbia preso piede».

Lungo le vie, infatti, le auto devono fare i conti con una vera e propria giungla che invade anche i marciapiedi. Fattore che peggiora di notte, con i semafori spenti e un gran numero di sinistri segnalati negli ultimi mesi. «Davanti al San Giovanni Bosco – ha concluso la coordinatrice alla Sanità della 6, Monica Brega -, è pieno di rifiuti e siringhe. È dunque il caso che si intervenga al più presto, per riportare decoro nell’area».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo