Tamponi rapidi, da oggi attivi 13 hotspot in Piemonte (foto di repertorio).
News
NICHELINO

Aperti quattro nuovi pit stop e si faranno 4.800 tamponi

Vi si potrà accedere solo con l’impegnativa del medico
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

L’Asl To5 potenzia i punti “pit stop” del territorio in cui eseguire i tamponi mentre il sindaco di Nichelino, Giampiero Tolardo, propone di trasformare temporaneamente il centro anziani Nicola Grosa, chiuso per le restrizioni dovute al coronavirus, in un polo in cui i medici di base possano collaborare con il Sisp per effettuare i tamponi rapidi.

Un modo per tracciare meglio i contagi, in continua crescita. La proposta è stata già accolta da alcuni medici di base e, si spera, presto sviluppata. Intanto il potenziamento del servizio da parte della Asl consentirà dalla prossima settimana di eseguire 6.800 test a fronte degli attuali 4.300.

Da lunedì 9 verranno attivati nuovi pit stop adulti nelle attuali sedi dedicate alle scuole a Moncalieri, in Via vittime di Bologna 20, Chieri, in Piazza Quarini, e Carmagnola, in piazza Manzoni. E mercoledì 11 novembre aprirà anche il nuovo pit stop di via Berlinguer, a Nichelino, il martedì e mercoledì dalle 9 alle 15,30.

Tutti i pit stop saranno operativi solo su prenotazione del medico di base o del pediatra su piattaforma Covid regionale. L’esito del test, se negativo, verrà trasmesso via sms. Dovesse risultare positivo, l’assistito verrà contattato dal Sisp.

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo