truffe anziani conferenza
Cronaca
IL CASO

Anziani, a Torino una truffa al giorno

Nel corso di quest’anno 312 persone hanno sporto denuncia. La polizia è riuscita ad arrestare 23 malviventi

Era talmente sicura di avere a che fare con due veri tecnici del gas da guardarli senza reagire mentre, sotto i suoi occhi, scassinavano la sua cassaforte con una smerigliatrice.

È successo martedì. La donna, una 71enne, ha aperto la porta della sua abitazione, in via San Donato, ai due truffatori che si sono presentati come tecnici inviati a porre rimedio a una fuga di gas. I due indossavano una pettorina e abiti da lavoro e avevano un borsone con dentro gli attrezzi, tra cui la smerigliatrice. La donna, che vive sola, ha creduto a una storia vecchia ma che purtroppo continua a fare vittime: «Soldi e gioielli rischiano di essere danneggiati dai nostri lavori. Prima di iniziare, dobbiamo metterli al sicuro». L’anziana li ha portati fino alla cassaforte e poi si è persino scusata: «Purtroppo non ricordo la combinazione». Pronta la risposta: «Non si preoccupi, ci pensiamo noi». Poi, con la smerigliatrice, hanno scassinato il forziere e si sono impadroniti di quanto vi era conservato: soldi e gioielli, i ricordi di una vita, per circa 30mila euro. Inutile dire che quando l’anziana si è resa conto della truffa, i due erano ormai lontani con il bottino e a lei non è rimasto altro da fare che chiamare la polizia per sporgere denuncia.

La 71enne è solo l’ultima, in ordine cronologico, delle 312 persone, tutte anziane, che hanno sporto denuncia dall’inizio dell’anno per una truffa subita (192) o solo tentata (120). Nel dettaglio – i dati sono forniti dalla questura – si contano 126 truffe telefoniche (nipote che chiede soldi e simili) e 186 di persona (finti tecnici o simili). Sempre nel corso del 2022, sono 23 le persone tratte in arresto perché responsabili, ciascuna, di più truffe. Un dato in netto aumento rispetto al 2021 quando, in tutto l’anno, furono 6 i truffatori a finire in manette. Al contrario, invece, i reati sembrano essere in diminuzione: nel 2021 si erano registrate complessivamente 386 truffe ai danni di anziani, di cui 236 consumate e 150 tentate.

Purtroppo, catturare i responsabili di questi reati particolarmente odiosi è difficile. E recuperare il maltolto è ancora più complicato, in quanto i truffatori se ne liberano subito, vendendo gioielli e preziosi a ricettatori che spesso si rivelano essere commercianti compiacenti. Ecco perché tentare di prevenire le truffe è importante almeno quanto punire i colpevoli. Proprio per questo continua l’attività della polizia finalizzata alla tutela delle fasce più deboli della popolazione. Nell’ambito della già avviata campagna del dipartimento della Pubblica Sicurezza dal titolo “Più sicuri insieme”, volta a prevenire le truffe agli anziani, il commissariato di Mirafiori ha avviato, in collaborazione con la Circoscrizione 2, un ciclo di incontri informativi per sensibilizzare la popolazione sul tema. I primi due appuntamenti si sono tenuti presso la chiesa di via Togliatti e alla Cascina Roccafranca di via Rubino. Ieri pomeriggio, alle 17, si è tenuto il terzo appuntamento, nello Spazio Anziani di via Candiolo 79. «Non è un mistero – spiegano dalla questura – che le persone anziane siano spesso oggetto di “attenzioni particolari” da parte di soggetti che, anche approfittandosi della loro solitudine e del loro stato di salute, talvolta non eccellente, cercano con l’inganno e col raggiro di impossessarsi di denari e preziosi custoditi in casa. Ed è proprio l’aver dato la propria fiducia a terzi e ritrovarsi poi derubati, a generare spesso, nella vittima, un forte senso di colpa e di vergogna: oltre al danno materiale, l’anziano dovrà dunque confrontarsi anche con strascichi di natura psicologica, talvolta lunghi e difficili da sanare». Proprio per contrastare le truffe agli anziani, la squadra mobile ha creato un’apposita task force composta da personale altamente qualificato, che ha lo specifico compito di «effettuare un’attenta analisi del fenomeno e di esercitare una mirata azione investigativa per prevenire e reprimere furti e truffe ai danni di persone anziane».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo