VARISELLA

Anziana precipita nella scarpata. Salva grazie al cane che abbaia

Un passante ha sentito guaire l’animale della donna e ha chiamato i soccorsi

I cani sono i migliori e più fedeli amici dell’uomo. Una frase fatta? Un modo di dire? Forse. Di certo viene confermata dalla storia che si è verificata ieri mattina a Varisella, dove una donna di 73 anni di Carrù in villeggiatura per il periodo estivo è caduta in una scarpata nei boschi che si affacciano sulla via Roma. A salvarla è stato proprio il suo fedele “quattrozampe”, che per tutto il tempo ha continuato a guaire, finché una persona che passeggiava da quelle parti per caso non l’ha sentito, dando così l’allarme. Tutto è avvenuto at- torno alle 7.30 del mattino.

L’anziana era a passeggio assieme al suo cagnolino in uno dei rari momenti in cui si poteva stare fuori casa per via delle elevate temperature di questi ultimi giorni, dove si sono avuti picchi di quaranta gradi. All’improvviso, forse per una disattenzione o forse perchè colta da lieve malore, la donna è caduta, finendo nella scarpata. A dare l’allarme è stato un passante, attratto dai guaiti del cane. L’uomo, a quel punto, si è avvicinato per capire cosa stesse accadendo, pensando ad un cagnolino ferito perché investito o rimasto impigliato in una di quelle trappole messe da qualche bracconiere. E invece ha poi visto la donna a terra, che chiedeva disperatamente aiuto con un filo di voce.

«Aiutatemi, sono caduta e non riesco ad alzarmi. Qualcuno chiami mio marito e i soccorsi. Portateci via di qui», cercava di gridare, seppur scossa per l’accaduto, con un pensiero sempre per il suo amato cagnolino. Il passante ha subito chiamato con il suo telefonino i mezzi di soccorso. Sul posto sono inter-
venuti i vigili del fuoco di Torino e Nole e un’ambulanza del 118 per stabilizzare la donna prima dell’arrivo dell’elisoccorso, che l’ha poi trasportata all’ospedale Cto di Torino. Con loro anche la polizia municipale di Varisella, che ha dovuto gestire la viabilità e le operazioni di soccorso. Dopo gli esami di routine, i medici di via Zuretti l’hanno ricoverata per alcune fratture e per le ecchimosi riportate su diverse parti del corpo: la donna, per fortuna, non è in pericolo di vita anche se per ora non sa per quanto dovrà rimanere in ospedale, seppur accudita dai suoi famigliari e dal suo cagnolino, con quest’ultimo che ha già fatto ritorno nell’abitazione estiva della donna. E se la pensionata, fra qualche tempo, potrà tornare a casa, il merito sarà tutto suo. Di quell’amorevole cagnolino che ha provato in ogni modo a salvare la sua padrona. Riuscendovi.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single