DiMaria
Sport
IL PERSONAGGIO

Angel Di Maria record, ora la Juve lo aspetta

Intanto sono 27 i campioni del mondo juventini

Più che l’uomo delle finali, come è già stato ribattezzato più volte Angel Di Maria per la sua abilità nel segnare all’ultimo atto di una competizione, i tifosi della Juventus si aspettano che El Fideo – fresco Campione del Mondo con la sua Argentina – sia l’uomo del finale sì, ma di stagione.

Inizio in salita

I primi quattro mesi di Angel Di Maria alla Juventus non sono stati di certo etichettabili come “indimenticabili”. Giusto in un’occasione, in Champions League all’Allianz Stadium contro il Maccabi Haifa, El Fideo è salito in cattedra mostrando tutto il suo valore, servendo tre assist ai compagni di squadra. Da allora in poi, solo infortuni, un’espulsione – quella rimediata contro il Monza – evitabile. Di Maria, ora, con il resto dei compagni si godrà la festa per essere diventati campioni e poi le meritate vacanze, prima di rimettersi a disposizione di Massimiliano Allegri.

La speranza, in casa Juve, è che a Torino si presenti la bella copia di El Fideo, quello ammirato nella finalissima contro la Francia, capace di procurarsi un rigore e di fare gol nel giro di pochi minuti, trascinando con Messi l’Argentina sul tetto del mondo. «Se sta bene – ha detto a proposito Carlo Ancelotti – Angel può fare ancora la differenza». La Juventus è avvisata.

Festa argentina

Fa festa Di Maria sui social, mostrando fiero la Coppa e fa festa anche la Juventus che orgogliosamente sottolinea il record raggiunto grazie a Di Maria e Paredes. «Ora sono 27 i bianconeri campioni del mondo, nessun club nella storia del calcio ne conta di più», scrivono dalla Continassa dopo il successo del Fideo e del centrocampista. “Campioni del mondo” il messaggio social di Paredes,

«Non hanno mai permesso che mi arrendessi. Erano sempre lì ad incitarmi fino alla morte. Voglio solo ringraziarle per essere sempre al mio fianco. Le amo con tutta l’anima. Campioni del mondo!» spiega Di Maria su Instagram, allegando diverse foto dei festeggiamenti sul prato del Lusail Stadium di Doha insieme alla moglie Jorgelina e alle due figlie.

Proprio il Fideo ha raggiunto un altro record: «È il primo giocatore della storia a segnare in una finale olimpica, in una finale continentale e in una finale mondiale» scrive la Juve sul proprio account Twitter. Il volto della sconfitta, invece, è quello di Adrien Rabiot: «Secondo posto dopo un grande Mondiale: bravo, Adrien» il messaggio di consolazione della società bianconera.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo