TROFARELLO

Ancora vandali nella stazione. Messo fuori uso l’ascensore

Non è la prima volta che i teppisti danneggiano la struttura

Ancora atti vandalici alla stazione ferroviaria di Trofarello.

A marzo ignoti teppisti avevano preso a calci una della porte di ingresso, obbligando il personale a chiuderla con tanto di transenna e nastro bianco e rosso. Poi, a inizio aprile, è stata vandalizzata la sala d’aspetto. E anche questa è stata chiusa dalle 18 fino alle 7 di mattina per evitare ulteriori episodi ma creando notevoli disagi ai pendolari, obbligati ad accedere ai binari esclusivamente da un ingresso laterale. Ora è stato preso di mira l’ascensore, fuori servizio da venerdì scorso a “causa di atti vandalici”, come recitava il cartello sopra affisso. Cartello che nella giornata di domenica è stato tolto, nonostante l’elevatore fosse ancora guasto.

Purtroppo per Trofarello, inserita dalla Prefettura tra le stazioni più problematiche della provincia insieme a Carmagnola, non si tratta di una novità. In passato, visti i ripetuti atti vandalici, i carabinieri avevano pattugliato la zona soprattutto nelle ore serali. La sorveglianza aveva portato alla denuncia di alcuni ragazzi, alcuni dei quali minorenni, coinvolti tra l’altro in episodi di piccolo spaccio. Da quel momento la situazione si era relativamente calmata ma ora ritorna impellente la necessità, come già richiesto dai consiglieri del M5s, di dotare la zona di un impianto di videosorveglianza, attualmente assente. Uno spiraglio potrebbe arrivare da una recente variazione del bilancio che ha permesso di stanziare 80mila euro per impianti di videosorveglianza nei punti sensibili della città. La delibera dovrebbe passare al primo consiglio comunale utile.

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single