case occupate gn 9 dic
Cronaca
CIRCOSCRIZIONE 6

Ancora proteste per le case occupate: «67 casi e nessuno sgombero»

Polemiche in Commissione. Lomanto: «E nessuno del Comune si è presentato»

Non si fermano le polemiche per le case occupate abusivamente tra Barriera di Milano, Falchera e Regio Parco. Ben 67 i casi accertati con notizia di reato, come denunciato ai cittadini nel corso di una commissione in Circoscrizione 6. Le occupazioni riguardano il quartiere di Maddalene/Moncrivello, quello di Ghedini/Gallina, corso Vercelli, via Bologna, via Cravero, via degli Ulivi. «Abbiamo invitato la Città, ma nessuno si è presentato. Vogliamo credere sia un incidente di percorso e non una mancanza di interesse per una tematica così importante» ha commentato il presidente della 6, Valerio Lomanto.

229 occupazioni
Al momento sono 229 le occupazioni abusive presenti sul patrimonio dei 28.422 appartamenti popolari amministrati dall’Agenzia nella città metropolitana (221 a Torino e 8 in altri comuni metropolitani). «Tutte le occupazioni – ha spiegato Atc -, sono all’attenzione del tavolo costituito nell’ambito del protocollo per la prevenzione e il contrasto alle occupazioni abusive di alloggi di edilizia residenziale pubblica e del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, riuniti in Prefettura, cui competono le decisioni operative».

Gli interventi
Giusto un mese fa sono stati liberati i primi quattro appartamenti Atc in corso Grosseto. Un buon inizio, ma chi abita alla 6 si augura nuovi tempestivi blitz. «Noi possiamo denunciare uno sgombero – ha precisato il vicepresidente Atc, Fabio Tassone -, ma poi sono le forze dell’ordine a dover intervenire. Oggi, secondo me, servirebbe un maggio apporto da parte dei servizi sociali». E per prevenire nuove occupazioni sono stati montati oltre 300 sistemi antifurto installati in altrettanti alloggi temporaneamente sfitti.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo