Capra
News
VILLAR PELLICE

Ancora una capra sbranata: e ora scatta la caccia ai lupi

Un altro episodio nel Pinerolese dove i pastori chiedono aiuto

L’ultima predazione segnalata risale alla notte tra il 7 e l’8 gennaio, a Villar Pellice: un lupo ha sbranato una capretta, compagna di giochi di due bimbe piccole. L’episodio è avvenuto in borgata Teynaud e l’animale si trovava nel giardino di casa, difeso da una recinzione elettrificata, che non è stata evidentemente sufficiente per proteggerla dall’aggressione letale. Questo è solo l’ultimo di una serie di episodi accaduti nel Pinerolese, denunciati soprattutto in Val Pellice, ma anche in Val Chisone.

A Villar Pellice i pastori e il Comune chiedono da anni un intervento, perché il lupo fa paura, visto che si avvicina sempre di più alle case, non preoccupandosi per la presenza di persone. Proprio un anno fa Katia Monnet, una residente, raccontava di aver visto una coppia di lupi passeggiare tranquillamente in borgata Piantà, in una zona illuminata, dove c’è un gruppo di case.

Gli abitanti di Villar Pellice hanno paura per i loro figli, mentre chi fa il pastore denuncia le condizioni sempre più difficili per via della presenza di lupi che attaccano il bestiame. I sindacati agricoli come Cia e Coldiretti, da tempo e ripetutamente, invocano una decisione politica che consenta di attuare piani di abbattimento per ridurre la presenza di questo predatore.

L’argomento lupo, però, divide e la posizione di pastori, agricoltori, sindacati e cacciatori viene criticata aspramente da animalisti e ambientalisti, che difendono la naturalezza della sua presenza, il suo ruolo nell’ecosistema e lamentano che spesso si parli impropriamente di predazioni o avvistamenti, perché in realtà si tratta di cani. Infine sostengono che non è pericoloso per l’uomo e che ci sono metodi efficaci per difendere il bestiame, a differenza di un piano di abbattimento. Altri lupi, invece, sono stati avvistati tra le campagne di Marentino, a duecento metri dalle abitazioni.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo