campo clochard via trevis ok
News
IL REPORTAGE. All’interno del dormitorio di via Traves

Anche pensionati Fiat con ex badanti e trans nel campo dei clochard

Il nuovo centro allestito per far fronte all’emergenza freddo è al completo tutte le sere. La coda inizia alle sei

Cosimo dorme abbracciato a un termosifone elettrico, ma non si lamenta. Da una settimana ormai il container numero 33, al fondo del piazzale di via Traves, è diventato casa sua. Ha 84 anni e nel dormitorio dell’ex mattatoio tutto sommato ci sta bene. Scherza con i volontari della Croce Rossa, chiacchiera con gli assistenti sociali. Per lui quella normalità fatta di un pasto caldo e un letto dove poter chiudere gli occhi è quanto di più vicino ci sia a una famiglia.

«Mi trovo abbastanza bene, fa solo un po’ freddo» ci racconta. Emigrato a Torino dalla Puglia, Cosimo Tarantino ha passato la sua vita legato alla Fiat. «Lavoravo in fabbrica, vicino ai torni – ricorda -. Ora sono in mezzo alla strada perché non posso più pagare l’affitto». Con una pensione da 400 euro al mese non riesce a tirare avanti. Non ha paura del Covid, sarà che ne ha viste tante. «Comunque per sicurezza sto sempre da solo». Il dormitorio intanto è al completo.

CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo