gigi dag gn
Musica
CASTELLO DI BAROLO

Anche a Collisioni è “Gigi Dagmania”

Giovedì 28 luglio serata a tema dedicata al fenomeno della Italo Dance che conquistò il mondo. E, intanto, in rete continuano le dimostrazioni di affetto verso il dj torinese

Ieri sera è stata la volta del fenomeno Raffaella Carrà e dei discorsi intorno alla canzone al femminile proprio negli anni in cui si combatteva per diritti quali aborto o divorzio. Il tutto accompagnato dalla musica degli Avanzi di Balera. Per giovedì 28 luglio, invece, Filippo Taricco, direttore creativo di Collisioni, ha scelto di parlare, ancora una volta nella splendida cornice del Castello di Barolo, di Gigi D’Agostino e del miracolo che avvenne negli anni Novanta grazie al successo della Italo Dance nel mondo. Il genere portato in auge non soltanto da Dag ma anche dall’altro vanto torinese, per esempio, Gabry Ponte. «Grazie a loro la musica dance italiana per la prima volta conquistò le classifiche di paesi quali America o Giappone dove “Blue” divenne un vero tormentone e Gabry, con i suoi Eiffel 65, una star. E’ un atto dovuto parlare di dj di questo calibro, lo feci anche l’anno scorso, quando ancora non si sapeva della malattia di Gigi D’Agostino (rivelata dal musicista attraverso i social lo scorso 17 dicembre, ndr). Quando nacque questo genere di musica fu snobbata, era considerata addirittura trash. E’ bene, quindi, ricordare sempre il valore che ha avuto e ancora oggi possiede in tutto il mondo». Lo si evince chiaramente dalle dimostrazioni di affetto che Gigi D’Agostino, nonostante il suo silenzio si protragga ormai da mesi, continua a ricevere attraverso migliaia di messaggi quotidiani dai suoi diversissimi fan club, dai flashmob e dalle serate a tema sparse ovunque. Persino l’Eurovision ha usato in una delle sue sigle “L’Amour toujours”, stessa cosa fa Angelo Pintus per chiudere i suoi spettacoli dal vivo. Impazzano in rete video amatoriali dedicati alla serie “Mentre ascolti Gigi Dag…”. La notte di giovedì, infine, comprenderà degustazioni di cibi, vini e il dj set dei Tuttafuffa. L’ultimo appuntamento con le sere d’estate al Castello di Barolo è in programma il 29 luglio ed è dedicato all’omaggio ad Aretha Franklin e alla Black Music con la partecipazione straordinaria di Ronnie Jones e, ancora, un djset dei Tuttafuffa (prenotazioni@collisioni.it).

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo