Schermata 2017-06-20 alle 08.40.20
News
PORTA PALAZZO

Altri tre mesi di abusivismo per le strade di Borgo Dora

Il mercato del libero scambio resta per ora a San Pietro in Vincoli

Il mercato del libero scambio difficilmente lascerà San Pietro in Vincoli prima di settembre. I tempi burocratici, infatti, non danno molte speranze al quartiere che da 17 anni lotta contro il degrado. A tal proposito venerdì sera, proprio in occasione dell’entrata in vigore del nuovo regolamento su Barattolo, ci hanno pensato i consiglieri dell’opposizione Alessi, Fdi, Gariglio, Fi, Giovannini, Di, e Moiso, Lega, ad allertare i vigili per chiedere lo sgombero di alcune carovane rom, posizionate dentro la piazza. «Restiamo inoltre in attesa di una data definitiva per lo spostamento del mercato» spiegano i consiglieri. Ma al momento le novità sull’argomento mancano. Sebbene anche le associazioni di Porta Palazzo siano tornate alla carica chiedendo di liberare il Balon dal mercato.

In Sala Rossa, invece, ha tenuto banco la questione sicurezza in San Pietro in Vincoli. Problema nato dopo l’episodio dell’ambulanza bloccata, lo scorso 10 giugno, tra i teli degli abusivi del Canale dei Molassi. «In realtà – dichiara Francesco Planeta, presidente Vivi-Balon – noi abbiamo attivato il servizio e aspettato il 118 che non si è mai presentato. Per quanto riguarda il futuro, qualsiasi spostamento prevede un mese di preavviso». L’ambulanza, in realtà, avrebbe semplicemente cambiato percorso. « C’è stata solo una mancata chiarezza da parte dei soggetti interessati – ha spiegato Giusta -. La nostra richiesta a Vivibalon è stata quella di eliminare la corsia centrale degli espositori per permettere il passaggio delle ambulanze. E ci risulta che questo sia stato fatto». Mentre Ricca, Lega Nord, è tornato a chiedere lo sgombero dell’ex suk la consigliera Pd, Monica Canalis, ha attaccato la Città, ribadendo la poca idoneità dell’area. «Una persona in crisi cardiaca ha rischiato di morire. Ma non crediamo sia colpa dell’ambulanza che ha scelto un’altra strada».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo