IL REPORTAGE

Altalene rotte e scivoli transennati. E’ il triste requiem delle aree gioco

Da Pozzo Strada a Borgata Frassati, ecco i giardini che necessitano di una manutenzione

L’altalena che si rompe e la bimba che finisce all’ospedale. Il caso registrato la settimana scorsa al parco Pellerina ha messo in luce la necessità di manutenzione di alcune aree gioco della città. Se per tante (vedi parco Di Vittorio o via Stradella, giusto per fare due esempi) il progetto AxTo ha riportato nuova linfa vitale, per altre i tempi della riqualificazione continuano a essere incerti. In via Bellardi c’è un’altra altalena inutilizzabile da mesi mentre in corso Telesio e Salvemini i giochi sono recintati da parecchio tempo. «Una situazione inaccettabile» secondo Lorenzo Ciravegna di Torino Bcps. Giochi ko anche a Pozzo Strada, ad esempio in via Chambery. Nel giardino dedicato alle vittime del femminicidio, dove tra gli arredi spicca una panchina rossa, uno dei due sedili dell’altalena è inutilizzabile e anche la pavimentazione è sconnessa. Pericoli in piazza Stampalia nell’area giochi a fianco del centro d’incontro della Circoscrizione 5. Qui, il rischio maggiore per i bimbi è di farsi male contro la staccionata divelta o di entrare a contatto con chiodi e spuntoni che vengono fuori dalle assi di legno. E poi c’è via Pietro Cossa, Borgata Frassati.

+++ CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

CONDIVIDI
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
loop-single