Val Sesia
News
IL DISASTRO

Alluvione in Piemonte, Cirio: “I primi 10 milioni stanziati dalla Regione vadano ai privati”

La relazione al Consiglio del governatore in seguito ai danni causati dal maltempo: “Il governo mette i privati sempre in fondo”

“I primi 10 milioni delle risorse che saranno erogati dalla Regione per coprire i danni causati dalle alluvioni dei giorni scorsi siano destinati ai privati, e in particolare alle aziende”. E’ ciò che ha detto il governatore Cirio al Consiglio regionale a cui ha chiesto di votare un atto che approvi la sua azione dei prossimi giorni sul fronte delle iniziative da intraprendere per ottenere le risorse necessarie a fronteggiare i danni causati dagli eventi alluvionali del 2 e del 3 ottobre, stimati complessivamente in un miliardo di euro.

“Riusciamo a recuperare la somma fra le economie del bilancio della Regione e lo stanziamento di due milioni e mezzo già presente per le emergenze alluvionali. Per queste prime risorse darei la priorità ai privati: il Governo mette i privati sempre in fondo, perché prima giustamente pensa alle infrastrutture e alla sicurezza. Così forniremmo una risposta immediata ai territori colpiti, che sono in grandissima difficoltà” ha spiegato.

Cirio, che domani incontrerà il ministro delle Regioni Boccia, ha ribadito che  bisogna “riuscire a risolvere i problemi in modo strutturale e non limitarci a mettere toppe. Dove sono stati fatti interventi seri i fiumi non sono più usciti, anche se in alcuni casi è piovuto più di quanto accadde per l’alluvione del 1994. Va colta l’opportunità di attingere ai fondi che ci saranno per fare interventi risolutivi. Sono costosi, ma dobbiamo riuscire a superare il criterio che adottano a Roma, cioè vedere quanta gente abita in un posto. Facendo così non ci darebbero niente e sarebbe un errore grandissimo, perché facendo morire un piccolo paese di montagna faremmo morire un’intera vallata”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo