Massimiliano Allegri
Sport
Domani la semifinale d’andata con gli orobici

Allegri non snobba la Coppa Italia: “A Bergamo fondamentale segnare”

Il tecnico bianconero: “Atalanta bella realtà, ma noi vogliamo la finale. Cuadrado out? non prendiamo nessuno, siamo a posto così”

La Juventus torna a Bergamo, dove a ottobre, in campionato, si è fatta rimontare due gol e ha fallito il rigore decisivo nel recupero con Dybala. “Ma domani sarà diverso, è una semifinale di Coppa Italia, una gara difficile ma diversa perché si gioca su 180 minuti – dice l’allenatore bianconero Massimiliano Allegri – quella volta siamo stati bravi per mezz’ora poi abbiamo staccato la spina, siamo usciti dalla partita, rientrandoci ma fallendo poi il rigore al 95″.

VOGLIAMO ANDARE IN FINALE
“L’Atalanta – assicura ancora il tecnico – è una bella realtà del calcio italiano, dobbiamo fare i complimenti alla società ed a Gasperini per l’ottimo lavoro. Ma noi teniamo alla Coppa Italia, come al campionato e alla Champions League, però c’è da passare a Bergamo”. “Vogliamo – continua Allegri – arrivare in finale per il quarto anno consecutivo. E’ importante segnare in trasferta“.

RIENTRA MARCHISIO, CUADRADO OUT
Rientra Marchisio, Bernardeschi è in lizza per un posto tra i 4 attaccanti; ancora fuori Cuadrado, che forse dovrà essere operato: “Ma anche così fosse – precisa Allegri – non prendiamo nessuno, siamo a posto così“.

JUVE E NAPOLI FORMIDABILI, LAZIO FUORI
Il mister torna poi ad affrontare l’argomento campionato, con la corsa scudetto che, in questa fase della stagione, sembra ormai limitata a due sole squadre. “Juventus e Napoli – dice – stanno tenendo una corsa mostruosa. In un campionato normale la Lazio, che sta disputando un’ottima stagione, sarebbe seconda a 4 punti dalla prima. Almeno momentaneamente non lotta per il titolo solo perché le prime due hanno 57 e 56 punti”. “Bisogna ripetere grossi complimenti al Napoli, 57 punti sono tantissimi, e anche alla Juve, che al momento con la loro corsa due tengono vivo il campionato” prosegue Allegri.

RITORNO PIÙ COMPLICATO
Non è tanto colpa dei carichi di lavoro, se la Juventus dopo la sosta è stata poco brillante, sia in casa con il Genoa sia a Verona con il Chievo. La spiegazione che dà Allegri è un’altra: “I carichi di lavoro – dice il tecnico bianconero – non sono stati eccessivi. Il fatto è che rientrare dopo la sosta è sempre difficile, anche a livello mentale, ma sopratutto è il girone di ritorno a essere più complicato dell’andata. Basta vedere cosa stanno facendo le altre squadre: i punti cominciano a pesare”.

ALLEGRI: “ACCETTARE ERRORI, PIÙ POLEMICHE PEGGIO E'”
Infine una battuta sul Var, protagonista in negativo, ieri, nelle gare della 22esima giornata di campionato. “Sono giornate che capitano, bisogna accettarle. Gli arbitri stanno lavorando per far sì che tutto funzioni al meglio. Più polemiche e più casotto facciamo, peggio è” è il pensiero di Massimiliano Allegri.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo