Depositphotos
Sport
VERSO JUVE-BOLOGNA

Allegri: “Bologna per niente facile da battere. Ci servono punti per il quarto posto”

Il tecnico in conferenza: “Bonucci c’è, devo scegliere tra lui e Chiellini. Vlahovic gioca. Nedved? Nessun problema con lui”

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Bologna, in programma domani alle 18.30 all’Allianz Stadium.

SULL’AVVERSARIO
“Ci tengo a salutare Sinisa, gli auguro una pronta guarigione. Arriviamo bene a questa partita ma affronteremo un Bologna forte, che viene da buoni risultati. Non sarà per niente facile, noi abbiamo bisogno di punti per consolidare il quarto posto”.

SUGLI OBIETTIVI DI INIZIO STAGIONE
“Il quarto posto era l’obiettivo minimo e dobbiamo ancora raggiungerlo. Sono dispiaciuto per la Champions e per la Supercoppa, ma possiamo vedere se abbiamo messo le basi per il futuro. Abbiamo iniziato un percorso insieme e stiamo facendo buone cose, ma non possiamo ancora valutare l’annata”.

SULL’IMPEGNO IN COPPA ITALIA
“Facciamo un passo alla volta, pensiamo al Bologna e al campionato. Ci sono sei partite, le ultime due sono con squadre dietro di noi. La Fiorentina ha un calendario migliore, a noi servono ancora 10 punti minimo per andare in Champions. Alla Coppa penseremo da dopodomani”.

SULLE ITALIANE FUORI DALL’EUROPA
“Vuol dire tanto e niente. Dopo la vittoria dell’Europeo sembrava fosse tutto risolto. I problemi non vengono fuori in un giorno, ci sono sempre. In Italia spesso mettiamo la testa sotto la sabbia, tendiamo a vivacchiare e ad arrangiarci. Bisogna cercare di fare meglio l’anno prossimo, ma non c’è solo un problema”.

SU BONUCCI
“Sta bene, domani deciderò tra lui e Chiellini anche in vista della Coppa Italia. Devo gestire le due partite”.

SU VLAHOVIC
“Crediamo in lui, speriamo nei suoi gol per garantirci un posto tra le prime quattro. Domani giocherà sicuro”.

SU NEDVED A CAGLIARI
“Credo abbia fatto un’esternazione come capita spesso, la partita porta a muoverti e a fare. Non ci sono problemi, lavoriamo bene con Cherubini, Arrivabene e il presidente. Ci sono tutti i presupposti per finire l’annata nel migliore dei modi e iniziare la prossima ancora meglio”.

SUI RIMPIANTI PER NON AVER FIRMATO PER IL REAL MADRID
“Non ne ho, sono felice qui. E’ stata una scelta fatta anche per mio figlio di dieci anni che vive a Torino. Volevo ancora lavorare per la Juventus e fare bene, mi ritengo molto fortunato. Mi sono tolto delle soddisfazioni e cerco di togliermene altre assieme alla società”.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo