elezioni
News
VERSO IL VOTO. Si scalda la macchina elettorale

Alle urne in autunno 140mila cittadini scelgono il sindaco

In cinque città e paesi sta per finire il commissariamento. E a Sestriere da un anno il vicesindaco fa da “reggente”

Meglio tardi che mai. Con mesi di ritardo rispetto al previsto a causa della pandemia, i cittadini di 24 (o forse 25) Comuni della provincia di Torino saranno presto chiamati alle urne per scegliere il sindaco e rinnovare il consiglio comunale. Il Covid ha prolungato i mandati di chi era in carica, facendo saltare le consuete elezioni primaverili che saranno recuperate, con ogni probabilità, a settembre.

Se si votasse oggi, si andrebbe alle urne in 24 Comuni della provincia ma uno può ancora aggiungersi: per una crisi di maggioranza, potrebbe infatti andare al voto anticipato anche Beinasco, dove il sindaco Antonella Gualchi nei giorni scorsi ha paventato le dimissioni. Proprio come successo poche settimane fa a Castellamonte, il cui sindaco, Pasquale Mazza, si è arreso dopo contrasti con la sua stessa maggioranza.

+++ CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI +++

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo