allarme bomba
News
IL CASO

Allarme bomba a Palazzo Civico, sospeso il consiglio comunale

Il plico, indirizzato alla sindaca Appendino, conteneva una pila con dei fili e poteva esplodere. E’ stato messo in sicurezza dagli artificieri

Allarme bomba, nel pomeriggio, a Palazzo Civico sede del Comune di Torino dove è stata recapitata una busta sospetta indirizzata alla sindaca Chiara Appendino. La prima cittadina è finita, di recente, nel mirino degli anarchici ed è stata minacciata più volte dopo lo sgombero del centro sociale di Via Alessandria avvenuto lo scorso mese di febbraio. E’ tuttora sotto scorta.

NEL PLICO UNA PILA CON DEI FILI
L’analisi ai “raggi x”, eseguita con lo scanner della polizia municipale, avrebbe indicato la presenza, all’interno del pacco, di una pila per cellulare con dei fili. A quanto pare sarebbe stato rinvenuto anche un sacchettino contenente della polvere.

BUSTA MESSA IN SICUREZZA
La busta, di piccole dimensioni, spedita con posta ordinaria e ricevuta dall’ufficio protocollo, è stata messa in sicurezza dagli artificieri della polizia. Nel frattempo la conferenza dei capigruppo ha deciso di sospendere il Consiglio comunale: i lavori riprenderanno la prossima settimana. Sul posto è giunto anche il questore Francesco Messina.

LA BOMBA POTEVA ESPLODERE
Le dovute verifiche al congegno hanno scoperto che l’oggetto era “idoneo ad esplodere” e quindi sarebbe, se azionato, scoppiato. Queste le informazioni giunte dalla questura di Torino che, inoltre, sta adottando le misure necessarie per evitare l’arrivo di altri plichi del genere in Comune.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo