(foto di Santo Zaccaria)
News
La Procura di Ivrea ha aperto un’inchiesta sull’accaduto ma senza indagati

Alla scuola dei veleni in Canavese altri sei intossicati: la direttrice e le bidelle

I vigili del fuoco usano sensori a infrarossi per ricostruire il percorso del gas

Altri sei intossicati alla scuola primaria “Carlo Ignazio Giulio” di San Giorgio Canavese. Dopo i 35 bambini finiti in ospedale, questa mattina è toccato alla direttrice dell’istituto Filomena Filippis e alle dipendenti dell’istituto. Sono stati tutti accompagnati in ospedale dopo aver manifestato sintomi da intossicazione.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Ivrea insieme ai carabinieri di San Giorgio Canavese. Poi i tecnici del nucleo Nbcr di Torino hanno scansionato i locali della scuola non rilevando un’altra fuga di monossido. In realtà si trattava di un sopralluogo già programmato dopo i malori tra i bambini, 17 dei quali sono stati sottoposti a trattamento in camera iperbarica.

La scuola resterà chiusa fino a nuovo ordine, su disposizione del sindaco. Quanto all’inchiesta della Procura di Ivrea, il fascicolo è affidato al pm Giuseppe Drammis e per ora non contiene capi d’imputazione o iscritti nel registro degli indagati. Si attende una relazione dei vigili del fuoco che utilizzeranno degli speciali sensori ottici per ricostruire a ritroso il percorso del gas.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo