mole antonelliana
Spettacolo
LA MOSTRA

Alla Mole sfilano i volti delle star del cinema: e c’è anche il red carpet

Si è inaugurata fuori e dentro il Museo l’esposizione che riporta le immagini dei grandi attori italiani firmate da un pool di professionisti di casa nostra

Attori e attrici del cinema italiano ci mettono la faccia, letteralmente: saranno i loro volti a impreziosire fino a marzo 2022 gli spazi interni ed esterni della Mole Antonelliana (ma anche il giardino del Rettorato) grazie alle splendide fotografie della mostra “Photocall. Attrici e attori del cinema italiano”, grande esposizione che punta a raccontare oltre un secolo di film attraverso i protagonisti che lo hanno reso famoso in tutto il mondo.

«L’idea – spiega il direttore del Museo Nazionale del Cinema, Domenico De Gaetano – ci è venuta circa sei mesi fa, con la Mole ancora chiusa e l’Italia in lockdown. Abbiamo quindi scelto di rinviare la mostra dedicata a Dario Argento, che verrà allestita nel 2022, e abbiamo scelto di puntare sui volti degli attori e delle attrici del nostro cinema, sul loro rapporto con i fotografi, con il glamour del red carpet che abbiamo anche voluto ricostruire nell’Aula del Tempio».

Oltre 250 riproduzioni fotografiche fine art, 71 stampe originali e più di 150 scatti presenti nelle video gallery: questi i numeri della mostra che espone preziosi materiali conservati negli archivi del Museo insieme a opere di fotografi, collezionisti privati, agenzie, enti e istituzioni.

«Abbiamo voluto che fosse una mostra d’impatto – aggiunge la co-curatrice Giulia Carluccio – senza però trascurare l’importanza dei materiali e delle testimonianze, in un viaggio a ritroso, dall’oggi alla nascita del divismo, che conserva sia l’aspetto più da copertina sia quello più rigoroso».

Sotto gli schermi dell’Aula, in cui vengono proposti due montaggi video dai grandi festival internazionali degli ultimi anni, trova posto anche un vero e proprio red carpet, un’installazione con le fotografie della torinese Sabina Filice che racconta il momento più glamour e mondano di ogni festival cinematografico, che fa sognare ad occhi aperti. «Sono felice e onorata di essere qui, dove sono nata e dove ho iniziato a lavorare, anche se da qualche tempo vivo a Roma», ha detto Filice. «Abbiamo provato a riprodurre l’ambiente dei festival, con i sorrisi e gli abiti che i divi mostrano sul tappeto rosso».

Un’area è dedicata ai fotografi torinesi che, in occasione di questa mostra, hanno deciso di concedere alcune loro immagini al Museo Nazionale del Cinema: Francesco Del Bo, Dario Gazziero, Stefano Guidi, Gabriele Mariotti, Carlo Mogavero, Gianluca Platania, Alberto Ramella, Giuseppe Sacchetto, Renato Valterza, Sabrina Gazzola, Michele D’Ottavio, Pasquale Juzzolino, Maria Vernetti.

A partire dal mese di settembre verranno organizzate delle Masterclass con fotografi, attori e attrici, a cura di Stefano Della Casa con Stefano Boni, Grazia Paganelli e Mariapaola Pierini.

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo