Colletta
Cronaca
VIA VARANO

Alla Colletta riecco i rave party: «Musica dal tramonto all’alba»

Gruppi di giovani prendono controllo del parco lasciando per terra i rifiuti

Caos dal tramonto all’alba al parco della Colletta tra schiamazzi, fuochi accesi e musica ad alto volume. Una situazione che si trascina da qualche settimana e che con il “liberi tutti” di giugno ha riportate in auge una situazione che non si verificava da anni. Ogni venerdì e sabato sera l’incrocio tra via Varano e via Zanella viene preso d’assalto per feste abusive che stanno allarmando i cittadini che vivono nei pressi del polmone verde.

Dopo le 22 si parte con rumori infernali che mettono a ferro e fuoco quel parco che, quotidianamente, ospita decine di amanti dello jogging e che ha già costretto, in passato, la circoscrizione Sette ad avvisare la polizia municipale. Tutta colpa di quella musica no-stop a tutto volume che è tornata a farla da padrona. Per i soliti rave party illegali, non autorizzati. «Mi chiedo perché nessuno intervenga a impedire i rave party – spiega il capogruppo di Fdi alla 7, Patrizia Alessi -. Fastidiosi per i cittadini che abitano nelle vicinanze e che non riescono a dormire. Per non parlare della droga e delle condizioni in cui viene lasciato il parco Una situazione inaccettabile che va evitata».

Se in autunno e in inverno le feste si contano sulla punta delle dita in primavera e in estate la musica è ben diversa. E i residenti della zona ne hanno già avuto più di un assaggio. «Dobbiamo evitare – spiega un cittadino -, che il Parco Dora si trasformi in un luogo di degrado. Più di una volta, per terra, abbiamo trovato centinaia di bottiglie». Parole che la dicono lunga su quello che è il clima in zona. «Il parco non si può chiudere – conclude il coordinatore allo Sport della 7, Ferdinando D’Apice -, ma bisogna trovare il modo di fermare i party, magari con qualche controllo in più».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo