Torino, alimenti in cattivo stato di conservazione: denunciato il titolare di una pizzeria-kebab di piazza Bengasi (foto torinoclick.it)
Cronaca
Il blitz di “civich” e funzionari Asl a Torino

Alimenti in cattivo stato di conservazione: denunciato il titolare di una pizzeria-kebab di piazza Bengasi

Due frigoriferi sono stati posti sotto sequestro. Nei prossimi giorni scatterà l’ordinanza di chiusura dei locali per ragioni igienico-sanitarie

Alimenti tenuti in un cattivo stato di conservazione: scatta la denuncia per il titolare di un pizza kebab. A seguito delle richieste avanzate dai comitati spontanei di cittadini residenti nella zona di piazza Bengasi, dove tra pochi giorni sarà inaugurata e aperta la nuova stazione della Metro, gli agenti del comando territoriale IX della polizia municipale, entrati in azione insieme al personale specializzato dell’Asl, hanno effettuato il primo di una serie di controlli che interesseranno gli esercizi commerciali e di somministrazione gravitanti intorno alla centralissima piazza del capoluogo torinese.

Mercoledì pomeriggio, in particolare, è stata la volta di una pizzeria-kebab, un locale gestito da un uomo di nazionalità marocchina al cui interno i ‘civich’ ed i funzionari dell’azienda sanitaria locale hanno riscontrato alcune mancanze di tipo amministrativo, oltre a carenze igienico sanitarie e alimenti in cattivo stato di conservazione.

DENUNCIA E MULTA PER IL TITOLARE
Il titolare, oltre a essere stato denunciato all’autorità giudiziaria per cattiva conservazione di alimenti, è stato anche sanzionato per non aver ottemperato all’esposizione obbligatoria dell’estratto degli articoli del TULPS, per non aver esposto il foglio indicante la capienza massima del locale come disposto dalle norme anti Covid e per l’installazione di un’insegna non autorizzata, per un totale complessivo di 1.730 euro.

SEQUESTRATI DUE FRIGORIFERI
Due frigoriferi, contenenti preparati per kebab, patate fritte e verdure, sono stati posti sotto sequestro. Nei prossimi giorni l’Asl emetterà un’ordinanza di chiusura dei locali per ragioni igienico-sanitarie e la polizia municipale effettuerà ulteriori approfonditi accertamenti su eventuali abusi edilizi all’interno dell’immobile.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo