Davis
Sport
TENNIS

Aliassime-Auger e il Canada: l’Italia vuole la finale di Davis

Oggi dalle 13 a Malaga la semifinale con Sonego e gli altri

Dopo otto anni l’Italia del tennis è tornata in semifinale di Coppa Davis, per la diciottesima volta. L’ultima era stata nel 2014, quando a Ginevra aveva ceduto per 3-2 alla Svizzera di Roger Federer e Stan Wawrinka. Oggi a Malaga la squadra guidata da capitan Filippo Volandri affronterà alle ore 13 (in diretta su Rai 2) il Canada, che ha rimontato la Germania, e proverà a portare l’orologio indietro al 1998, anno dell’ultima finale, persa al Forum di Assago per 4-1 contro la Svezia. Nei quarti gli azzurri hanno eliminato per 2-1 gli Stati Uniti, con il punto in singolare del torinese Lorenzo Sonego e in doppio di Simone Bolelli e Fabio Fognini.

«Sonego – afferma Volandri – è stato bravissimo, si è allenato molto bene in questi giorni. Lui voleva finire in bellezza, aveva un’energia incredibile. Ovviamente anche Fabio e Simone sono stati grandi. Conosciamo tutti l’importanza che ha il doppio in questa formula. Musetti ha giocato bene, era partito in difficoltà, ma poi era riuscito a star davanti nel tiebreak. Lui è meno abituato a questi livelli, Fritz decisamente di più e questo ha fatto la differenza. Matteo (Berrettini, ndr) ci ha aiutato con la sua presenza e con la sua carica dalla panchina».

Oggi i primi ad andare in campo saranno Sonego (n. 45 del ranking) e Denis Shapovalov (n. 18). Seguirà la sfida fra Musetti (n. 23) e Felix Auger-Aliassime (n. 6). In caso di parità Bolelli e Fognini saranno opposti a Vasek Pospisil e a Shapovalov. I precedenti fra le due Nazionali sono due ed entrambi hanno premiato gli avversari. Per quanto riguarda i confronti diretti fra gli atleti, Shapovalov conduce per 1-0 su Sonego, che ha superato per 7-6, 3-6, 6-3 nel primo turno degli ultimi Internazionali d’Italia. Musetti e Auger-Aliassime si sono già incontrati in quattro occasioni e il bilancio è di 2-2. L’incrocio più recente risale alla semifinale di Firenze, con il successo del nordamericano.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo