Alex
Cronaca
Ma la procura potrebbe fare ricorso

«Alex viveva nel terrore quotidiano»

La Corte nel provvedimento che revocò i domiciliari: «Temeva per l’incolumità propria della madre»

«Leggeremo le motivazioni e poi decideremo». La risposta della Procura, a chi chieda se verrà presentato ricorso contro l’assoluzione di Alex Pompa, è questa. E non avrebbe potuto essere diversa.

Perché questa è la “formula” con cui si aprono quasi tutti i commenti dell’accusa e della difesa dopo una sentenza. Ma anche perché in questo caso, visto il clamore mediatico che ha avuto la vicenda e la portata giuridica che potrebbe avere, ogni parola va misurata. E pronunciata al momento opportuno.

Detto questo, è difficile che i pm rinuncino a sostenere la propria tesi che, come ha sottolineato il sostituto procuratore Alessandro Aghemo in udienza, riguarda alcuni principi cardine del nostro ordinamento.

DOMANI L’APPROFONDIMENTO SU CRONACAQUI

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo