corso allievi torino
Cronaca
I DETTAGLI

Al via il 141° Corso Allievi Carabinieri a Torino: 270 i partecipanti

Il corso è intitolato a Filippo Bonavitacola, Medaglia d’Oro al Valor Militare

Inizia oggi, 3 ottobre 2022, il 141° Corso Allievi Crabinieri. L’appuntamento annuale coincide quest’anno con il bicentenario dell’istituzione della prima scuola dell’Arma a Torino, le cui celebrazioni sono culminate nella cerimonia di giuramento solenne del 23 luglio tenutasi in piazza Castello alla presenza del presidente Mattarella.

IL CORSO INTITOLATO A FILIPPO BONAVITACOLA
Il Corso è intitolato al Carabiniere Filippo Bonavitacola, Medaglia d’Oro al Valor Militare, martire di Branovo (Slovacchia). Il giovane militare si unì subito, così come fecero molti carabinieri della Legione di Valona, ai partigiani albanesi e con questi combatté, sino a che non fu catturato dai tedeschi ad Elbasan. Destinato ad un campo di concentramento in Germania, riuscì ad evadere e si unì ai partigiani cecoslovacchi. Nuovamente tratto prigioniero, Bonavitacola fu condannato a morte dai tedeschi e fucilato l’8 dicembre 1944 per non aver voluto calpestare gli alamari strappatigli dai nazisti.

270 ALLIEVI PARTECIPANTI
Le operazioni di incorporamento, conclusesi sabato scorso, hanno consentito l’afflusso di 270 allieve ed allievi carabinieri. Ad accogliere i giovani sono stati i loro futuri istruttori e comandanti pronti, sin dai primi momenti, a sostenerli nel percorso formativo multidisciplinare che si concluderà il prossimo aprile con il Giuramento di Fedeltà alla Repubblica e la consegna degli ‘alamari’.

IL CORSO
Durante i 6 mesi di corso, i giovani militari affronteranno un ciclo di studi organizzato secondo un’alternanza interdisciplinare tra materie tecnico-professionali e moduli didattici, concepiti per sviluppare e rafforzare la loro spinta motivazionale e per dotarli sia delle conoscenze di natura teorica che, soprattutto, del know-how pratico necessario per renderli affidabili operatori di sicurezza votati al servizio di prossimità. Rivestirà, inoltre, notevole importanza il mantenimento di un’adeguata efficienza fisica degli allievi che frequenteranno, lungo l’intera durata del corso, moduli valutativi di difesa personale e preparazione ginnico-sportiva.

LA FORMAZIONE ETICA
Una particolare attenzione verrà posta, come di consueto, nella formazione etica e deontologica degli allievi. L’iter formativo prevede, infatti, la somministrazione della materia di “Etica” già da molti anni, ben prima dell’obbligo imposto recentemente dall’art. 4 del DL 36/2022 (“Ulteriori misure urgenti per l’attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR)”). Tali lezioni permetteranno agli allievi di assimilare i principi, i valori etici, lo stile e le tradizioni proprie dei Carabinieri e, inoltre, di acquisire nozioni sul rispetto dei Diritti Umani e delle libertà fondamentali nelle attività di polizia, elementi imprescindibili per un servizio a favore della comunità rigoroso ed in linea con le evoluzioni normative nazionali ed internazionali.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo